USQUE TANDEM?

L’estrattivismo prende la rincorsa con virulenza, peggio di prima, in ogni angolo del Pianeta

Un utile articolo di Alexik su Carmilla
compara due devastazioni climalteranti:
il gasdotto TAP di interesse strategico USA
e il treno Maya in Messico

Redazione Trancemedia.eu

Alexik, in un articolo pubblicato su Carmillaonline, si domanda se la devastazione ambientale sia un “servizio essenziale”.

Tra i servizi dichiarati essenziali durante la pandemia Covid, molti governi hanno incluso le attività estrattive, comprese quelle petrolifere, e di distribuzione degli idrocarburi, nonostante la discesa dei consumi.

In Italia è emblematico il caso del gasdotto TAP-SNAM il cui cantiere in Salento ha proseguito imperterrito le sue attività di devastazione grazie alla libera interpretazione del DPCM del 22 marzo che consentiva il proseguimento delle attività di trasporto e distribuzione del gas, benché il riferimento fosse alle reti già esistenti. E questo nonostante i casi di Covid e le denunce degli operai del cantiere sulla mancanza di sicurezza.

Melendugno (LE) – La foto di testa mostra lo stato attuale dello stupro della campagna salentina (foto qui sinistra: com’era) e il prevedibile risultato (a destra) dei lavori oggi in corso: un terminale di ricezione del gasdotto turco-europeo voluto dall’America, finanziato con soldi BEI e con i risparmi postali degli italiani. Questo terminale di ricezione esporrà il Salento a rischi bellici e di incendio ed inquinerà l’aria con grandi quantità di CO2 e gas velenosi, portatori di piogge acide. Ora anche Giuseppi potrà ricevere una pacca sulle spalle da Trump o dal suo successore, già elargita al collega Alexis Tsipras.  Onori per chi aderisce alle iniziative “strategiche”.

 

Il lockdown ha invece impedito il controllo e l’opposizione “delle popolazioni e dei militanti, costretti in casa e privati della libertà di movimento, e sempre più soggetti ad aggressioni favorite dal coprifuoco: violenze poliziesche, arresti arbitrari e, soprattutto in America Latina, esecuzioni extragiudiziali.”

È quello che sta accadendo in Messico (il secondo paese del sud America per numero di vittime del Covid-19 dopo il Brasile) dove il governo progressista di Andrés Manuel López Obrador ha autorizzato per decreto la costruzione di una linea ferroviaria ad alta velocità di 1.500 kilometri, per fini turistici.

Qui il modello estrattivista mostra i suoi tratti più feroci, con “esproprio di terre, espulsione e delocalizzazione delle comunità (prevalentemente indigene), deforestazione, prosciugamento delle sorgenti, distruzione di habitat ed ecosistemi, interruzione e sbarramento dei percorsi degli animali selvatici e dei collegamenti fra i villaggi.”
Proprio quello che ha causato il salto di specie del coronavirus.

(Leggi per intero l’articolo di Alexik su Carmillaonline)

Sull’urgenza del cambiamento di paradigma, vedi anche Francesco “Bifo” Berardi: “Se non siamo capaci di modificare radicalmente la forma generale in cui si svolge l’attività umana, se non siamo capaci di uscire dal modello del debito, del salario e del consumo, direi che l’estinzione è garantita nell’arco di due generazioni. Vi pare un’affermazione un po’ azzardata? Anche a me, però comincio a non vedere una terza strada fra comunismo ed estinzione.”

 

14 Luglio 2020

Suggerimenti