Doriella e Renato: newsletter 23-29 gennaio 2020, appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto
dal 23 al 29 gennaio 2020

Seconda uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la newsletter di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Da dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

A seguire, troverete anticipazioni di future iniziative e il resoconto sintetico dei principali accadimenti delle settimane precedenti, commentati e corredati di link, per non perdersi neanche una puntata.

Infine, la preziosa rassegna stampa delle testate mainstream (ma non solo!) sui temi caldi della settimana criticamente commentati, nonché la pubblicazione di appelli e petizioni lanciate a livello nazionale ed europeo. La rassegna stampa è scaricabile in formato pdf al fondo dell’ultima sezione qui sotto.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!

 

Nota – Chi vuole segnalare eventi o ricevere la newsletter sulla propria email, può scrivere a: doriella@hotmail.it
– Chi si registra a Trancemedia.eu può usare la funzione Suggerimenti al fondo di ogni sezione per commentare, o proporre contenuti e collegamenti

 

 

Suggerimenti



QUESTA SETTIMANA

Presidio FFF contro ENI,
Iniziative NOTAV, migranti,
Lotte a Torino,
Manifestazione STOP 5G,
A21 e aggiornamenti

Tutta la newsletter di Doriella e Renato
per i 7 giorni a partire da giovedì 16 gennaio 2020

PROGRAMMA PROSSIME INIZIATIVE

(VEDI ANCHE ALLEGATI ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI)

 

VENERDI’ 24 GENNAIO

ORE 15 Piazza 18 Dicembre, Torino

PRESIDIO FFF: “ENI CLIMATE KILLER!”

“ENI è l’ottava potenza petrolifera mondiale per fatturato, una multinazionale che si qualifica come migliore società̀ esplorativa del settore, con attività in 67 Paesi. Nel 2017 ENI figura al 14º posto tra le aziende con le più alte emissioni di gas serra.
Nel 2018, mentre in tutto il mondo si parla di crisi climatica, di decarbonizzazione e di come limitare il più in fretta possibile il surriscaldamento globale, ENI stabilisce un nuovo record di produzione con 1,9 milioni di barili al giorno.

ENI inoltre non accenna a fermarsi, anzi mira ad espandere le attività attraverso l’acquisizione di nuovi 29.300 kmq di titoli esplorativi distribuiti tra Messico, Alaska e Libano.
Scendi in piazza anche tu per chiedere a Eni di smettere di finanziare la nostra stessa estinzione. È orsa di dire basta ai combustbili fossli! L’Italia deve AZZERARE le sue emissioni entro il 2030!”

https://www.facebook.com/events/2684720108307566/

 

ORE 18 al cancello della centrale elettrica di Chiomonte

APERICENA RESISTENTE: “FOMNE NO TAV CON NICOLETTA”

 “Nelle ultime settimane sono state tante le iniziative di solidarietà nei confronti delle compagne e dei compagni colpiti dalla repressione, non ci stancheremo mai di ripetere che liberare tutti vuol dire lottare ancora.

Per questo, come “Fomne contra ‘l Tav”, venerdì 24 torneremo ai cancelli della centrale di Chiomonte con Nicoletta, perché la sua scelta di non accettare le misure alternative al carcere vuol dire mettere a nudo il re e quel sistema mafioso che vuole costruire l’alta velocità a tutti costi….”

https://www.facebook.com/events/1052240618465597/

 

ORE 21 allo spazio solidale Santa Rita in Via Lanusei 7, Torino.

 “L’ATTUALITA’ DEL MALE. LA LIBIA DEI LAGER E’ VERITA’ PROCESSUALE”a cura di Maurizio Veglio.
PRESENTAZIONE DEL LIBRO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA 2020, con dibattito per sensibilizzare all’azione di fronte ai lager e ai massacri cui ancora oggi, nonostante tutto, assistiamo.

Interverranno gli avvocati Alberto Pasquero (coautore del libro) e Gianluca Vitale
https://www.seb27.it/content/lattualit%C3%A0-del-male
https://gancio.cisti.org/event/673

 

ORE 21 in Via Dora Baltea n° 3, Torino

“ABITARE I MARGINI. QUARTIERI, ABITANTI E LOTTE NELLA TORINO DEGLI ANNI SETTANTA”

Presentazione del libro che ha ricevuto il PREMIO MARGHERITA D’AMICO alle.

Interverranno l’autrice, Giulia Novaro e l’editore, Livio Pepino, che dirige le Edizioni Gruppo Abele.

VERRANNO PROIETTATI ALCUNI VIDEO RIFERITI ALLE LOTTE PER LA CASA.

Un po’ di musica, caffe’ e dolcetti da condividere e parleremo di come e cosa fare per continuare.
https://www.libreriauniversitaria.it/abitare-margini-quartieri-abitanti-lotte/libro/9788865792186

 

SABATO 25 GENNAIO

ORE 15.30 Piazza Castello, Torino

PRESIDIO PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE STOP 5G

 “GIORNATA MONDIALE STOP 5G, SABATO EVENTI IN 31 CITTÀ D’ITALIA.
Una grande catena umana contro l’elettrosmog!
Come in altri 29 paesi al mondo, l’Alleanza Italiana Stop 5G si mobilita per chiedere al Governo di fermare il 5G
, pericoloso per umanità ed ecosistema.

Eventi da Torino, Cagliari e Lecce, cortei a Bologna e Perugia, convegno a Verona e nelle scuole di Caserta e Pescara, dove in una mostra d’arte si presenta una ricerca su insetti e 5G…..

Nella stessa giornata, sono infatti previste manifestazioni in Australia, Belgio, Bermuda, Canada, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Germania, Ungheria, Grecia, Irlanda, Giappone, Kenya, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Sudafrica, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti…..

In Piazza Castello a Torino interverranno il noto giurista Ugo Mattei e Roberto Romeo, a lui la Corte d’Appello torinese ha appena riconosciuto il nesso cancerogeno con l’esposizione all’irradiazione da telefono cellulare…..

L’ALLEANZA ITALIANA STOP 5G CHIEDE AL GOVERNO CONTE:
1) di sospendere immediatamente con una moratoria nazionale
 qualsiasi forma di sperimentazione tecnologica del 5G su tutto il territorio italiano;….”  

https://www.facebook.com/pages/Torino/115351801811432

https://www.facebook.com/events/2818848361512175/
VIDEO : https://www.youtube.com/watch?v=1M6R5Y3Lqio

 

LUNEDI’ 27 GENNAIO

ORE 21 pressoCsoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino

SPECULAZIONI EDILIZIE E TRASFORMAZIONI URBANE NELL’ERA APPENDINO”.
ASSEMBLEA CITTADINA

“La giunta Appendino per far quadrare un bilancio travolto dai debiti e dai tagli dei finanziamenti statali ha continuato a far cassa tramite le speculazioni edilizie.

La messa a valore del territorio tramite concessioni di costruzioni, piani di investimento stipulati con banche e CDP e svendita delle proprietà pubbliche si è affinato rispetto alle precedenti del PD portando ad operazioni come gli sgomberi “dolci” dell’ex MOI o della Cavallerizzaoppure alla stesura del nuovo regolamento dei beni comuni che apre definitivamente le porte alla privatizzazione con il sistema della “fondazioni”.
Il tutto condito con un’aggressiva pubblicistica condotta via social, ma anche sui media main stream, in cui i problemi della città si dissolvono nelle riqualificazioni dei quartieri incentrate esclusivamente sull’accoglienza destinata a studenti e turisti e al bussinnes dei centri commerciali/ipermercati.
Così mentre per chi ci governa dovremmo trasformare le nostre case in air b’n’b, ci scordiamo che Torino anche per il 2019 è capitale degli sfratti, che il consumo del suolo prosegue mentre il verde sparisce soffocato dallo smog e dalle polveri PM10.
È il momento di reagire: riprendiamo la lotta in difesa del territorio e della città con una prima discussione cittadina”

https://www.facebook.com/events/824959274633150/

 

MARTEDI’ 28 GENNAIO

ORE 21 all’Edera squat, via Pianezza 115, Torino

ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa

Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione

 

MERCOLEDI’ 29 GENNAIO

ORE 17.30 – 19.15 Aula Magna dell’Università di Torino, Cavallerizza Reale, via Verdi 9

“QUALE FUTURO CI ASPETTA?

COME CAMBIERÀ IL CLIMA NEI PROSSIMI DECENNI E QUALI RISCHI AVREMO DI OLTREPASSARE PUNTI DI NON RITORNO”

Con Claudio Cassardo, Elisa Palazzi

“Come possiamo conoscere il clima tra 50 anni se non sappiamo dire con certezza che tempo farà tra 15 giorni?

Le previsioni meteorologiche e quelle climatiche sono cose molto diverse, come diversi sono il tempo meteorologico e il clima.

Si passeranno in rassegna le proiezioni climatiche che i modelli climatici più accreditati forniscono per il futuro e che sono alla base dei rapporti dell’IPCC e della pianificazione delle misure di mitigazione e adattamento. verranno discussi i unti forti e i limiti delle proiezioni, cosa sappiamo con maggior certezza, cosa resta da capire”.

Ingresso libero

PROGRAMMA DEGLI 8 INCONTRI PER APPROFONDIRE, CONDIVIDERE, AGIRE

(Da mercoledì 27 novembre 2019  a mercoledì 8 aprile 2020) 

http://www.green.unito.it/sites/www.green.unito.it/files/Programma_UnitoGOClima.pdf

 

 

INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA:

VENERDÌ 31 GENNAIO, SABATO 1 E DOMENICA 2 FEBBRAIO “3 GIORNI CONTRO IL CPR”

“Il Prinz Eugene con molte altre realtà torinesi e piemontesi, Amnesty international,  Carovane Migranti,  organizza la mobilitazione “3 giorni contro il CPR” per sensibilizzare la cittadinanza sulla realtà dei Centri di permanenza per il rimpatrio…..

IL 31 GENNAIO informazione per le vie di Torino su cosa è il cpr e sul degrado che infligge sui migranti.

SABATO 1 FEBBRAIO inizia il presidio che si protrarrà ininterrottamente fino a DOMENICA 2 FEBBRAIO (NOTTE COMPRESA)….
CHIUDERE TUTTI I CPR.- LIBERARE LE PERSONE.. ANNULLARE I CONFINI CHE UCCIDONO.”

https://www.facebook.com/events/3810520298961835/

 

SABATO 1 E DOMENICA 2 FEBBRAIO A MILANO “IV ASSEMBLEA NAZIONALE BENI COMUNI EMERGENTI E A USO CIVICO”, dalle ore 11 alle 18.30 del 1 febbraio al Macao e dalle ore 10 alle 16 del 2 febbraio negli spazi di RiMake.

A seguire DOMENICA 2 FEBBRAIO ALLE 18 A SARONNO SERATA PUBBLICA SU “AREE DISMESSE, CHE FARE?”ore 18  Sala Nera di Casa Morandi, viale Santuario

“L’1 e 2 febbraio 2020 terremo la IV Assemblea nazionale dei beni comuni emergenti e a uso civico, nata a partire da un documento (http://www.exasilofilangieri.it/appello-benicomuni/) firmato da diverse realtà di base, associazioni e singoli, che hanno convenuto sulla necessità di rafforzare anche a livello nazionale le lotte sui beni comuni….”

PROGRAMMA: https://www.facebook.com/events/s/iv-assemblea-nazionale-beni-co/870623276707082/

https://comune-info.net/appuntamento/iv-incontro-dellassemblea-nazionale-dei-beni-comuni-emergenti-e-a-uso-civico/

 

MARTEDÌ 4 FEBBRAIO INCONTRO CON LO STORICO ERIC GOBETTI “ITALIANI IN JUGOSLAVIA, DA OCCUPANTI A PARTIGIANI” ALLE 20.45 alla Casa del Quartiere Barrito in via Tepice 23 a Torino per ripercorrere e analizzare una triste pagina della storia italiana.
L’incontro è a cura delle sezioni ANPI di Grugliasco, Nizza-Lingotto e V Riunite Torino e del comitato “Mamme in piazza per la libertà di dissenso”.
La serata fa parte di un ciclo di incontri che culminerà il 13 febbraio con: «FASCISMO, COLONIALISMO, FOIBE – IL TRATTATO DI PACE DEL 10 FEBBRAIO 1947 NELLA MEMORIA EUROPEA», che si tiene alle ORE 15:30 nell’aula D5 del Campus Luigi Einaudi di Torino.

Vi parteciperanno Stojan Spetič, giornalista già senatore PCI, e Moni Ovadia, uomo di teatro e attivista dei diritti umani.

https://www.facebook.com/events/218836405799912/

 

SABATO 8 FEBBRAIO A ROMA INCONTRO PER UN PATTO D’AZIONE CONTRO LA REPRESSIONE E PER IL RILANCIO DELL’ OPPOSIZIONE DI CLASSE alle ore 11 presso la sede SI Cobas in via Stefano Infessura 12/A, Roma

“….Rispondere in maniera unitaria all’escalation repressiva è a nostro avviso una necessaria (e quantomai urgente) base di partenza per la costruzione di ampio e unitario fronte di lotta che sappia legare il tema della cancellazione dei decreti-sicurezza alle questioni generali su cui ci troviamo quotidianamente a fare i conti (difesa dei salari, rinnovi contrattuali, difesa dell’ambiente, democrazia sindacale, opposizione alla guerra e al militarismo, diritti delle donne, ecc)….”

http://sicobas.org/2020/01/12/italia-invito-al-confronto-per-un-patto-dazione-contro-la-repressione-e-per-il-rilancio-dellopposizione-di-classe/

 

ALTRE INIZIATIVE SU :

https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/

http://www.fabionews.info/torinovive.php

EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito

https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/

https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449

PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info – www.notavtorino.org –http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2– www.notav.eu – www.notav-valsangone.eu-http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 – https://www.notavterzovalico.info/– http://noterzovalico.wordpress.com/– www.ambientevalsusa.it – http://www.tgmaddalena.it/– https://www.facebook.com/notavtorino.org/– https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/

ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO : http://lucaxino.altervista.org/

 

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA :

(VEDI anche su : TG Vallesusa : http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135

Facebook Festival Alta Felicità : https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/

Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files : www.mavericknews.wordpress.com

Centro di documentazione Invicta Palestina : https://invictapalestina.wordpress.com/ 

RETE Ambientalista – Movimenti di Lotta per la Salute, l”Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

https://www.rete-ambientalista.it/)

 

RESISTENZA AGLI ESPROPRI IN CLAREA CONTRO L’ALLARGAMENTO DEL CANTIERE TORINO-LIONE

Stanno arrivando in questi giorni da TELT raccomandate relative agli espropri dei terreni di Chiomonte e Susa acquistati da 1.175  NOTAV nel 2012 per “COMPRA UN POSTO IN PRIMA FILA 4”  (http://www.notav.info/top/compra-un-posto-in-prima-fila-vol-4-ecco-i-moduli-per-aderire/)

CHI RICEVE LA RACCOMANDATA È INVITATO A SEGNALARLO ALL’INDIRIZZO espropri@notavtorino.org:

riceverà molto presto indicazioni su come rispondere a TELT

Nel messaggio indicare come Oggetto:  Raccomandata TELT
Nel testo del messaggio indicare soltanto:
– data di arrivo della raccomandata
– nome, cognome, comune di residenza
NON LASCIAMOGLIELA PASSARE LISCIA. RESISTERE, RESISTERE E ANCORA RESISTERE, PER POTER ESISTERE.

http://www.notavtorino.org/

 

SI RICORDA A TUTTI I PROPRIETARI CHE L’ACCESSO AGLI ATTI È UN DIRITTO CHE COMPETE A CIASCUNO SINGOLARMENTE e quindi è importante contattare gli uffici TELT di Torino, in via Borsellino 17/B, telefono n. 011 5579221, PER CONCORDARE, CIASCUNO SECONDO LE PROPRIE SPECIFICHE ESIGENZE, UNA APPUNTAMENTO AL FINE DI VISIONARE GLI ATTI CHE LI RIGUARDANO a seguito alle comunicazioni ricevute da TELT da parte dello Studio Legale Enrichens-Caffaratti,

INOLTRE IL 7 GENNAIO IL CONSIGLIO DI STATO HA DELIBERATO CHE PER ESPROPRIARE UN BENE DEVE ESSERCI IL CONTRADDITTORIO CON TUTTI I PROPRIETARI negando la richiesta fatta da TELT

“N. 01014/2018 AFFARE Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Richiesta di parere riguardante il collegamento ferroviario Torino – Lione – Sezione Internazionale: Parte comune italo-francese, Sezione transfrontaliera: Parte in territorio italiano. Articolo 22 del d.P.R. n. 327/2001, DETERMINAZIONE URGENTE DELL’INDENNITÀ PROVVISORIA;

“…..La Sezione, pur comprendendo le ragioni di celerità dell’azione amministrativa evidenziate dal Ministero richiedente ai fini della sollecita realizzazione dell’importante e strategico collegamento ferroviario Torino-Lione, ritiene che l’interpretazione dell’articolo 22 cit. fatta propria dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti non possa essere condivisa, dovendosi al contrario sempre garantire – alla luce dell’attuale dato positivo – il contraddittorio con il proprietario espropriato ai sensi dell’articolo 24, comma 3, del d.P.R. n. 327/2001, in sede di redazione dello stato di consistenza e del verbale di immissione nel possesso…..”.


https://www.giustizia-amministrativa.it/portale/pages/istituzionale/visualizza?nodeRef=&schema=consul&nrg=201801014&nomeFile=202000015_27.html&subDir=Provvedimenti

 

17 Genn 20 NOTAV Info :

IL SUCCESSO DI COMPRA UN POSTO IN PRIMA FILA!

https://www.notav.info/post/il-successo-di-compra-un-posto-in-prima-fila/

 

SABATO 11 GENNAIO MANIFESTAZIONE NO TAV A TORINO

“CARE COMPAGNE E COMPAGNI…
Queste sono le parole con cui inizia la lettera di Nicoletta dal carcere, letta durante la bella e partecipata manifestazione di sabato 11 gennaio a Torino.
Leggiamola, ascoltiamola attentamente e diffondiamola, facciamo in modo che la generosità di Nicoletta sia la scintilla che risvegli gli animi di tutt* e per tutt*.”

VIDEO versione ridotta di 18 minuti https://youtu.be/5_zfFt9Yta8

VIDEO versione con interventi completi di 50 minuti https://youtu.be/cskfSsT7_NQ

 

21 Genn 20 NOTAV Info :

NICOLETTA CI SCRIVE DAL CARCERE: “VI ABBRACCIO CON ALLEGRIA”

(Pubblichiamo oggi, perchè giunta in ritardo, una lettera di Nicoletta datata 2 Gennaio)

…..Ora sto vivendo la non-vita di questo non-luogo; sperimento di persona l’irrazionalità e la menzogna del carcere che, al di là dei palliativi propagandistici, è più che mai luogo di repressione e di controllo sociale.

Tante storie di donne, qui, alla sezione dei “nuovi giunti”, storie di violenze subìte, di una precarietà che ti nega casa: sbandamenti di chi ha perso la strada e si indurisce nell’assenza di alternative. Ma anche la spontanea umanità degli ultimi che, magari senza teorizzazioni ideologiche ma per concreta condivisone del bisogno, tendono la mano a chi sta per cadere.

Mi siete nel cuore, come la mia Valle con le mie montagne cariche di neve che scorgo di lontano dalle finestre ferrate del corridoio. E il mio cuore è in Clarea, sui sentieri percorsi insieme, nei boschi dove camminano silenziosi gli animali: il ricordo si fa attualità, rabbia lucida contro la rapina insensata della nostra terra e della nostra vita.

Il potere, con i suoi tribunali al servizio dei leggi ingiuste e le catene delle sue carceri, non potrà fermare le ragioni e la concretezza di un conflitto irrinunciabile e davvero liberatore.

Vi abbraccio con allegria….”

https://www.notav.info/post/nicoletta-ci-scrive-dal-carcere-vi-abbraccio-con-allegria/

 

GIOVEDÌ 16 GENNAIO SI E’ SVOLTO IL PRESIDIO FUORI AL TRIBUNALE DI TORINO PER SOSTENERE LAVORATORI, tutti richiedenti asilo politico, che hanno deciso di organizzarsi attraverso lo #SportelloMigrantiCubTorino, denunciando condizioni durissime di sfruttamento sul lavoro: pagati poco più di 1 euro all’ora erano costretti a pagare 50 euro per avere la busta paga e ogni volta che il padrone si allontanava venivano chiusi a chiave in fabbrica.

Sfruttamento sul lavoro e una gravissima condizione di ricattabilità insomma. Una condizione che crediamo relegata a posti sperduti nelle campagne e che invece è molto più diffusa di quanto si possa pensare, anche nella nostra città.

Crediamo che per contrastare le politiche di odio non basta proclamarsi retoricamente antirazzisti, ma bisogna concretamente abbattere gli ostacoli burocratici e istituzionali che non permettono l’accesso ai diritti fondamentali e occuparci delle condizioni di lavoro concrete di tutte e tutti.

https://www.facebook.com/Poterealpopolotorino/photos/pcb.3305570429476192/3305558069477428/?type=3&theater

 

VENERDÌ 17 GENNAIO, SI SAREBBE DOVUTO TENERE L’INCONTRO “L’ASSEDIO DI GAZA E LA GRANDE MARCIA DEL RITORNO”, nella sala comunale del Comune di Almese con un attivista pacifista di Gaza, promotore della Grande Marcia del Ritorno.
L’evento è stato organizzato da Progetto Palestina e BDS Torino in collaborazione con le sezioni ANPI di VALMESSA E AVIGLIANA.

A causa delle molteplici pressioni sioniste ricevute, le sezioni ANPI valsusine su indicazione dei rappresentanti della sezione provinciale, e probabilmente dell’ANPI nazionale hanno deciso di ritirare la partecipazione, cancellando l’evento e la loro collaborazione.
“ANPI E PROPAGANDA SIONISTA CENSURANO LA PALESTINA!

MONI OVADIA RISPONDE:
……È urgente reagire insieme alle campagne che mirano a silenziare le voci palestinesi che richiedono giustizia, libertà e uguaglianza.
Scriviamo tutt* una mail a segreterianazionale@anpi.it e anpiprov@libero.it inoltrando il seguente messaggio:
“Gentile Sezione Anpi,
parlare di Palestina e portare avanti una lotta per la libertà, l’uguaglianza e la giustizia non può essere ritenuto un atto antisemita.
La propaganda sionista è volta a silenziare voci palestinesi che, dal 1948, chiedono diritti basilari quali il ritorno, la fine dell’oppressione, del colonialismo e la libertà.

Criticare le politiche coloniali e razziste dello stato di Israele non è un atto antisemita.

Vi è un’enorme differenza tra antisionismo e antisemitismo.

Il sionismo è un’ideologia coloniale e razzista che milioni di ebrei nel mondo rifiutano (vedi jewishvoiceforpeace.org).
Non siate vittime di una propaganda meschina guidata da oppressori e colonizzatori.

Il movimento BDS rifiuta e lotta quotidianamente contro ogni forma di discriminazione razziale, politica, religiosa e di genere.”

VIDEO: https://www.facebook.com/ProgettoPalestina/videos/211223146576314/

DA DIFFONDERE E CONDIVIDERE PER RIBADIRE A GRAN VOCE CHE: ANTISIONIMO NON È ANTISEMITISMO!

 

20 Genn 20 Dichiarazione di Carla Nespolo, Presidente nazionale ANPI:

“SUL CONFLITTO ISRAELO-PALESTINESE L’ANPI HA SEMPRE MANTENUTO E MANTIENE LA STESSA POSIZIONE E CONDOTTA”

….Il 17 gennaio avrebbe dovuto svolgersi nella sala comunale di Almese, Comune della città metropolitana di Torino, un incontro con un attivista palestinese di Gaza, impegnato a difesa del suo popolo.

L’incontro, promosso anche da due locali sezioni Anpi, è stato cancellato per il ritiro della partecipazione da parte delle suddette sezioni, causato da non meglio precisate “pressioni”.

Ci tengo a specificare che l’Anpi nazionale non è intervenuta in alcun modo sulla questione.

Colgo comunque l’occasione per ribadire le nostre convinzioni in merito alla questione palestinese: l’unica soluzione al conflitto israelo-palestinese è la creazione di due Stati per i due popoli; l’esistenza di Israele non si tocca e chiunque sostenga la sua distruzione è fuori dalla realtà e dal buon senso; giudichiamo severamente la politica di Netanyahu, perché ha ulteriormente inasprito il contenzioso con scelte provocatorie come il continuo incremento degli insediamenti in territori palestinesi e la sanguinaria repressione della cosiddetta “marcia del ritorno”; la condizione di vita degli abitanti di Gaza è semplicemente intollerabile; la violenza va sempre condannata da qualsiasi parte essa provenga. Da tempo si è creato in Italia un clima per cui qualsiasi iniziativa che tenda a dimostrare simpatia verso i palestinesi e critiche verso il governo israeliano viene bollata come antisemita.

È giunto il momento di giudicare con obiettività tali iniziative, distinguendo la legittima critica all’attuale politica israeliana dalle posizioni antisemite, proprie specialmente della peggiore tradizione neofascista e neonazista italiana, che abbiamo sempre duramente contrastato.

https://www.anpi.it/articoli/2275/nespolo-sul-conflitto-israelo-palestinese-lanpi-ha-sempre-mantenuto-e-mantiene-la-stessa-posizione-e-condotta?fbclid=IwAR1tGzeQeaoBDg8F-BvXVK_lGuNUwmsSlfFA50-Ochb3NOqMmEMuZ4af0n0

 

19 genn 20 Angelo d’Orsi:

IN MEMORIA DI ORNELLA TERRACINI.

“…..Ornella apparteneva al novero degli ebrei critici di Israele, gli ebrei contro l’occupazione della Palestina, e si era avvicinata presto ai movimenti di sinistra, militando in varie formazioni, dal PRC ai Comunisti Italiani, e infine iscrivendosi al nuovo PCI, di cui era attiva aderente.

Matematica di formazione, ricercatrice CNR, donna partecipe alle iniziative e ai movimenti femminili, Ornella è stata una di quelle non così comuni persone che sanno e vogliono con determinazione essere cittadine a parte intera, quale che sia la loro professione o appartenenza sociale. 

Non credeva nelle etnie nè nelle religioni, e laicamente da ebrea razionalista e da militante comunista, ripudiava l’uso politico della Shoa, e criticava le politiche dei governanti israeliani, distaccandosi dalle centrali italiane che, sotto varie denominazioni, erano e sono tuttora altrettante “longa manus” di quei governi.

In un tempo in cui l’antisionismo viene criminalizzato ogni giorno di più, e l’accusa infamante di antisemitismo è usata proditoriamente, scorrettamente, contro chi difende i diritti del popolo palestinese, e ne denuncia la condizione di oppressione, entro i confini dello Stato israeliano, o raccogliendo le risoluzioni dell’ONU, rivendica a quel popolo il diritto al ritorno nella terra, sottratta con l’inganno e la violenza…. ebbene rispetto a questo soffocante mainstream, storicamente infondato, politicamente pericoloso, moralmente inaccettabile, Ornella, da ebrea, seppe stare sempre dalla parte degli schiacciati e dei perseguitati di oggi, senza dimenticare i perseguitati di ieri, icona della lotta contro ogni forma di razzismo, da un lato, ovviamente a partire dall’antisemitismo, ma anche dell’islamofobia, e di tutte le innumerevoli turpitudini che diventano senso comune, discorso pubblico, atti di violenza contro cose e persone…..

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10219317124512842&set=a.1195768068329&type=3&theater

 

17 gennaio 20 Comunicato Stampa Coordinamento Beni Comuni Torino:

“REGOLAMENTO BENI COMUNI? EFFICACE A METÀ.
Da ieri 16/1/2020 è in vigore il nuovo “Regolamento Beni Comuni Urbani” della Città di Torino. il Coordinamento Beni Comuni di Torino vi si è opposto, manifestando perplessità sulla sua validità ed efficacia e denunciando le mistificazioni e le contraddizioni che hanno caratterizzato il percorso di approvazione di questo Regolamento.
A fronte di una partecipazione della Cittadinanza alla scrittura del Regolamento che è stata più narrata che effettiva – ricordiamo che vi è stato solo un incontro, quello  sollecitato proprio dal Coordinamento BBCC Torino del 30/9/2019, che possa definirsi a tutti gli effetti “pubblico” – nella fase di approvazione il Consiglio Comunale (appena 21 voti favorevoli su 40!) ha sancito il ricorso a strumenti propri del diritto privato (fondazione), quale unico baluardo alla difesa dei Beni Comuni (già ritenuti “sovrani”…), mediante il ricorso ad un patteggiamento con il “negozio civico” (non “uso civico” come richiesto dalla Cittadinanza), unico presupposto indispensabile, autentico tranello opportunistico.
Il Regolamento Beni Comuni urbani, approvato dal Consiglio Comunale il 2 dicembre scorso è divenuto quindi efficace da ieri, 16 gennaio 2020.  Ma è davvero immediatamente attuabile?
Ad una prima lettura non superficiale, appare evidente che mancano all’appello alcuni passaggi procedurali decisivi:
–    la formazione dell’elenco degli immobili (art. 5, con il supporto delle Circoscrizioni…)
–    istituzione dell’Albo dei Garanti mediante bando pubblico (art. 6)
–    la costituzione della Consulta Permanente dei beni comuni urbani….”

https://www.pressenza.com/it/2020/01/comunicato-coordinamento-beni-comuni-torino/

https://www.facebook.com/search/top/?q=coordinamento%20beni%20comuni%20torino&epa=SEARCH_BOX

 

SABATO 18 GENNAIO A PRATO SI È SVOLTO UN CORTEO SI COBAS PER LA LIBERTÀ DI SCIOPERO E PER ABOLIRE I DECRETI-SICUREZZA

I FATTI:

Lo scorso 16 dicembre, a Prato, i lavoratori della tintoria Superlativa – senza stipendio da 7 mesi –

hanno protestato contro il mancato rispetto di un accordo sindacale, a luglio, e per denunciare lo

sfruttamento a cui sono sottoposti: lavoro nero, salari da fame, non rispetto di prestazioni lavorative

svolte, negazione del diritto alle ferie.

Condizioni di sfruttamento che perfino l’ispettorato del lavoro ha confermato.

La protesta ha visto la presenza anche di lavoratori di altre aziende e di studenti solidali.

IL PREFETTO DI PRATO HA MESSO IN ATTO IL DECRETO “SALVINI” E HA SPEDITO A 19 LAVORATORI E 2 STUDENTI UNA SANZIONE DI 4.000 € CIASCUNO.

VIDEO: “IL CORTEO ARRIVA IN PIAZZA DEL COMUNE

 

 

DALL’APPELLO DEL SI COBAS NAZIONALE DEL 17 GENNAIO:

“…….i Decreti-sicurezza tornano al centro dell’attenzione dell’agenda politica nazionale solo e soltanto perché migliaia di lavoratori autorganizzati e di attivisti sociali (dai No-Tav ai movimenti per il diritto all’abitare, dale reti antirazziste ai comitati di disoccupati organizzati) in questi anni hanno osato, con la lotta, mettere a nudo le conseguenze immediate dei nuovi dispositivi repressivi: non solo quelli versati da Salvini, ma anche e soprattutto quelle leggi (le “Minniti-Orlando” e la “Renzi-Lupi” su tutte) che hanno fatto da modello per Salvini, e che continuano ancora oggi a produrre quotidianamente decine di procedimenti penali e amministrativi (Daspo, fogli di via, multe, ostacoli per chiedere il riconoscimento della residenza anagrafica) a carico di chi sciopera e di chi lotta.

Solo nella giornata di ieri ci sono piovuti addosso altri due segnali di guerra da parte delle Procure e dei commissariati: a Genova sono stati rifilati ben 100 Mila euro di multa a lavoratori e sindacalisti del SI Cobas per gli scioperi alla New Gelmentre a Brescia il Tribunale ha respinto la richiesta di cancellare i fogli di via per la vertenza in Penny Market, commutandoli in obblighi di firma settimanali.

Unica nota positiva, la decisione del Tar di Modena, resa nota in queste ore, di cancellare i fogli di via  in risposta alle lotte dello scorso anno in Italpizza….”

https://sicobas.org/2020/01/17/italia-verso-la-manifestazione-di-prato-per-la-liberta-di-sciopero-lottiamo-uniti-e-organizzati-per-abolire-i-decreti-sicurezza/

 

SABATO 18 GENNAIO IN FRANCIA “ATTO 62” DELLE PROTESTE DEI GILET GIALLI: alla 62° manifestazione dal novembre 2018, migliaia i manifestanti contro la riforma delle pensioni voluta da Emmanuel Macron.

20 genn 20 FQ :

“PROTESTE IN FRANCIA, I MANIFESTANTI POSTANO LE IMMAGINI SUI SOCIAL:

ECCO I PESTAGGI DELLA POLIZIA

Strattoni, spinte, ma anche manganellate. E poi, ancora, un agente che picchia un manifestante con il volto insanguinato mentre è a terra, incapace di difendersi. O, ancora, un poliziotto che colpisce una vecchia signora, anche lei in piazza con il gilet giallo. …..

I video, postati sui social, in poche ore hanno raccolto milioni di visualizzazioni, facendo il giro del mondo e indignando il web……

Tra place de la Republique e la Bastiglia la polizia ha lanciato anche molte granate assordanti per disperdere la folla. Molti i giovani con i passamontagna che copriva il volto.

La rabbia contro il presidente Macron si è concretizzata venerdì nel raid alle Bouffes du Nord, il teatro dove il presidente e la premiere dame Brigitte erano andati per assistere alla piece “La mouche”. Intanto, dopo il faccia a faccia fra manifestanti che l’hanno bloccato e turisti furiosi per non poter entrare al museo, ha riaperto il Louvre”.

VIDEO :https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/20/proteste-in-francia-i-manifestanti-postano-le-immagini-sui-social-ecco-i-pestaggi-della-polizia/5679141/

 

18 genn 20 VIDEO: “ATTO 62, LE FORZE DELL’ORDINE DISPERDONO I MANIFESTANTI A PARIGI che sono scesi in piazza a Parigi per protestare contro la riforma delle pensioni”.

https://www.youtube.com/watch?v=MYozT1qRns8&feature=push-fr&attr_tag=7XXLbwOVZ9_hrJDz%3A6

 

MARTEDÌ 21 GENNAIO È INIZIATO A DAVOS LA 50ESIMA EDIZIONE DEL “FORUM ECONOMICO MONDIALE” che partirà all’insegna del Manifesto 2020 incentrato sul ‘CAPITALISMO DEGLI STAKEHOLDER PER UN MONDO COESIVO E SOSTENIBILE’ e in grado di fronteggiare le maggiori sfide mondiali: dall’ineguaglianze alla polarizzazione politica alle sfide sul fronte climatico.

 

21 genn 20 FQ VIDEO: FORUM ECONOMICO DI DAVOS, L’INTERVENTO DI GRETA: “MEDIA E POLITICI NON VOGLIONO PARLARE DI CAMBIAMENTI CLIMATICI. IO CONTINUERÒ A FARLO”

 “Piuttosto che parlare di come affronto gli ‘haters’ voglio ribadire qualche dato. Abbiamo il 67% di probabilità di rimanere al di sotto di un aumento della temperatura globale di 1,5 gradi Celsiusa dirlo è la scienza”. …

 “Le persone stanno morendo” a causa dei cambiamenti climatici, ha sottolineato Thunberg. “Non credo di aver visto nessun media riprendere questi dati. So che non volete parlarne, ma io continuerò a ripeterli finché non lo farete”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/21/forum-economico-di-davos-lintervento-di-greta-media-e-politici-non-vogliono-parlare-di-cambiamenti-climatici-io-continuero-a-farlo/5680250/

 

MERCOLEDÌ 22 GENNAIO A TORINO CONVOCAZIONE DELL’ OSSERVATORIO TORINO LIONE

TG R del 19-GEN-2020 ore 1930

Il Governo si accinga a nominare un nuovo Presidente che non sarà più Foietta

I consiglieri comunali di Torino del PDn vogliono far rientrare la città di Torino dall’Osservatorio.

https://www.youtube.com/watch?v=3QU2X6SJsUI

VEDI ARTICOLI IN R.S.ALLEGATA

 

UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI

https://www.gofundme.com/savecomunardi

1 genn 20 FQ :

“TORINO, LIBRERIA STORICA SFRATTATA DOPO 43 ANNI PER UN SUPERMARKET: LANCIA PETIZIONE E RACCOGLIE 700 DONAZIONI. “Il paradosso? Non siamo in crisi”

Torino, libreria storica sfrattata dopo 43 anni per un supermarket: lancia petizione e raccoglie 700 donazioni. “Il paradosso? Non siamo in crisi”

 di Simone Bauducco

VIDEO : https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/01/torino-libreria-storica-sfrattata-dopo-43-anni-per-un-supermarket-lancia-petizione-e-raccoglie-700-donazioni-il-paradosso-non-siamo-in-crisi/5645564/

 

ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI IN ALLEGATO

(VEDI anche su : http://davi-luciano.myblog.it/)

 

 

Suggerimenti



RASSEGNA STAMPA

I documenti suggeriti
da Doriella e Renato

Ecco, in chiusura, la rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo dal 16 al 22 gennaio 2020 (con la pubblicazione di petizioni nazionali e internazionali), scaricabile in formato pdf da questo link:
22_genn_20_ALTRI_SERVIZI_TV_QUOTIDIANI_E_APPELLI
(il pdf apre in nuova scheda)

Appuntamento a giovedì 30 gennaio 2020!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (16-22 gennaio 2020)

 

 

Suggerimenti


Immagine di testa: Decolonizzazione della rete. Foto di © Tomas Castelazo - www.tomascastelazo.com / Wikimedia Commons / CC BY-SA 4.0 (Titolo originale: Construction workers in Mexico)

Trancemedia.eu – LA TRANCE DI RITORNO ALLA REALTÀ
sperimenta contenuti transmedia di realtà,
ricerca nuovi approcci editoriali e culturali nel secolo
che vede crollare i paradigmi della modernità passata.
Ambiente, territori, energia, democrazia, debito,
con le relative collisioni, sono temi ricorrenti
della nostra attività editoriale partecipata online.


© Copyright 2015-2024 by Fert Rights srl. Tutti i diritti riservati. CCIAA Torino 08184530015