Doriella e Renato, newslettera 14 dicembre 2023: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci+ anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dal 14 dicembre 2023

dalla redazione di Trancemedia.eu – Benvenuto a Nuove Lettrici e Lettori della Newslettera di Doriella e Renato

Sotto il moloch: inquietudine, indignazione, confusione, nervosismo, debiti, solitudine, disgusto, ansia, rabbia, odio e odio dell’odio.
Pure sotto il moloch, fermento, solidarietà, lotte, slanci, progetti, critica che si sforza di approdare a un diritto nuovo comune, comunque necessario.

fermento, solidarietà, lotte, slanci, progetti, critica che si sforza di approdare a un diritto nuovo comune, comunque necessario

La Newslettera di Doriella e Renato, autoprodotta dai suoi redattori nei giorni difficili, dolorosi, quanto nei momenti più solari, raccoglie e fa circolare preziosi enzimi. La newslettera è ultradecennale – dai tempi in cui Spartaco sembrò emigrare da Torino, sulla pagina lunga di ogni settimana echeggia Rosa Luxemburg, io ero-sono-sarò. Con una continuità che della cronaca fa Storia.
Trancemedia.eu è orgogliosa di averne ospitato sinora centonovanta uscite.

Conoscere, per fare coalizione: fai circolare la newslettera,

e scrivi: contatta Trancemedia.eu

EXTRA dalla redazione di Trancemedia.eu

Né le nostre copertine né le nostre pagine ospitano più contenuti grafici pubblicati esclusivamente su facebook — perché questa signoria feudale chiede denaro o informazioni che noi non vogliamo assolutamente cedere al signor Zuckerberg e alla sua artificiale intelligenza. Suggeriamo a chi si serve di quel media asociale di lasciarlo subito, o comunque di rendere disponibili online le proprie locandine anche su altri blog, siti, ecc. possibilmente autoprodotti. Boicottiamo chi fa miliardi con il lavoro gratuito (schiavistico e servile) di attivisti, movimenti, gruppi, che forniscono, sì, informazione ai propri aderenti e simpatizzanti, ma anche preziosi contenuti linguistici e di intelligenza a macchine imperialiste dedite alla confusione e al disastro. Ovviamente continuiamo a pubblicare i link contenuti nelle newslettere che riceviamo, ma non diamo un centesimo in denaro o in informazione alle gang del colonialismo digitale. Rafforzate Trancemedia.eu !

 

Suggerimenti



QUESTA SETTIMANA

Contro la guerra, NO TAV, Lavoro, Gaza,
Genere, Ost Barriera, Sciopero GTT,
Cazafeu, Appia, Volere la luna, PRG,
Estrattivismo, Prato Parella, Pandemia,
Barocchio, Disarmisti, Capitale, Repressione

AGGIORNAMENTO 11 GENNAIO 2024: la “Newslettera di Doriella e Renato” riprenderà (salute permettendo) appena possibile.

PER LE INIZIATIVE SI POSSONO CONSULTARE:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/csoa.gabrio
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/
https://www.facebook.com/csa.murazzi89/?locale=it_IT
https://serenoregis.org/appuntamenti/
https://www.facebook.com/serenoregis/?locale=it_IT

https://www.facebook.com/kontiki.torino

VEDI INFRA:
– PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

SCRIVIAMO A STEFANO!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO 2022 È STATO ARRESTATO IL NO TAV STEFANO MANGIONE e portato nel carcere delle Vallette, condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna pisana NO TAV, Marta Camposano.
AD OTTOBRE 2022 STEFANO È STATO TRASFERITO NEL CARCERE DI CUNEO, struttura detentiva ignobile al cui interno è presente anche una sezione destinata al regime di 41bis.
Non facciamolo sentire solo, continuiamo a scrivergli e a fargli sentire la nostra vicinanza e solidarietà!
PER SCRIVERE A STEFANO
MANGIONE:
Casa Circondariale di Cuneo
Via Roncata, 75, 12100 Cuneo
Link

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

non dimenticare che
-AGGIORNAMENTI
-RASSEGNA MEDIA
-APPELLI E PETIZIONI
si aprono in pdf
da fondo pagina!

PROSEGUONO DA MERCOLEDÌ 6 SETTEMBRE
BANCHETTI PER LA RACCOLTA FIRME PER LA CAMPAGNA
“SALVARE L’ACQUA, SALVARE IL FUTURO”
DAL 27 SETTEMBRE 2023 È ANCHE POSSIBILE FIRMARE ON-LINE.
Leggi le istruzioni qui oppure vai al sito del comune di Torino per FIRMARE ONLINE,
accettati SPID, CIE (carta d’identità elettronica), TS-CNS (tessera sanitaria e carta nazionale dei servizi).
ATTENZIONE: La proposta di deliberazione è destinata al Consiglio Comunale di Torino e vale SOLO la firma di residenti con diritto di voto a Torino.
26 luglio 2023 COMUNICATO STAMPA:
“DEPOSITATA IN COMUNE LA PROPOSTA DI DELIBERA DI INIZIATIVA POPOLARE” E TESTO DELLA DELIBERA
https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/campagne/delibera-di-indirizzo-a-smat/1738-salvare-lacqua-per-salvare-il-futuro
A questo link:
https://docs.google.com/spreadsheets/d/1HOmnmRpPrsERF8pamWBg4WnG5sm2PMIs/edit#gid=1854429609
trovate un foglio condiviso dove siete invitati/e a inserire le vostre disponibilità per dare una mano ai banchetti.
GUARDA LE FOTO DEI BANCHETTI:
https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/campagne/delibera-di-indirizzo-a-smat/1739-banchetti-di-raccolta-firme-per-la-delibera-di-indirizzo-a-smat

GIOVEDÌ 14 DICEMBRE

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino-Lione.
134
a SETTIMANA DI INIZIATIVE DAVANTI AL NUOVO PRESIDIO DI SAN DIDERO NONOSTANTE IL SEQUESTRO perché è fondamentale continuare ad essere presenti nei nostri momenti fissi nonostante l’attacco al movimento messo in atto dalla questura di Torino.
Se il loro obiettivo era quello di impedire i nostri incontri sono ben lontani dall’averlo raggiunto… anzi !!!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NO TAV.)
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info
https://www.facebook.com/profile.php?id=100066173425424

ORE 12 Davanti al Presidio No Tav Leonard Peltier, s.s. 25, loc. Baraccone, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEGLI “INDIANI DEL GIOVEDÌ

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 15.30-18 Sala Gandhi, Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13, Torino
“L’ITALIA RIPUDIA LA GUERRA”
Intervengono:
– Antonio Mazzeo
(Peace Researcher):
IL RUOLO DELL’ITALIA NEL CONFLITTO ISRAELIANO-PALESTINESE”
– Carlo Tagliacozzo (BDS):
“IL BOICOTTAGGIO: STRUMENTO DI LOTTA NON VIOLENTA PER FERMARE IL MASSACRO DEL POPOLO PALESTINESE”
– Giovanna Lo Presti
(Scuola e Società):
“L’EDUCAZIONE ALLA PACE IN TEMPO DI GUERRA”
A cura di: SCUOLA E SOCIETÀ Associazione Culturale e Professionale, Scuola per la pace, Centro Studi Sereno Regis
https://serenoregis.org/evento/litalia-ripudia-la-guerra/
https://www.facebook.com/events/713933217341200

ORE 18 CUB di Corso Marconi, 2° piano, Torino
“LAVORARE MENO. SE OTTO ORE VI SEMBRAN POCHE”
Presentazione del libro di Sandro Busso, professore associato di Sociologia dei fenomeni politici presso l’Università di Torino.
“Sarà un’occasione per discutere con l’autore di etica del lavoro, riduzione dell’orario lavorativo, precariato, lavoro che libera e libertà dal lavoro, per costruire nuove prospettive oltre la piena occupazione della forza lavoro”.
Alla fine della presentazione sarà allestito un RINFRESCO!
https://www.facebook.com/photo?fbid=862275725901311&set=a.471181421677412

ORE 18.30 Radio Blackout, Via Cecchi 21/A, Torino
“CASCO, DIVISA E MOSCHETTO, CITTADINO PERFETTO!”
APERITIVO + DISCUSSIONE
Con la presenza dell’insegnante Antonio Mazzeo, autore de
“LA SCUOLA ITALIANA VA ALLA GUERRA” (Manifestolibri, in stampa)
“Secondo appuntamento del ciclo [MORSI! Scritti tra i denti]
Discussione collettiva contro la scuola in guerra…
La Blackout House si apre per ospitare un confronto collettivo rispetto a ciò che viene descritto come un crescente processo di militarizzazione delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.
il confronto vorrebbe muovere da uno sguardo di più lungo respiro sulla scuola come fabbrica dell’obbedienza e culla
per l’implementazione di dispositivi di controllo.
Quale “cultura” è stata promossa dallo Stato italiano e quali le conseguenze in termini di dirigismo e gerarchia nel riordino dell’organizzazione e della burocrazia scolastica, in particolare dopo le lotte degli anni 60/70, via via più settorializzate?
Quale rapporto, oggi, tra il contesto generale di guerra, crescente esclusione ed impoverimento sociale e ciò che accade dentro le scuole-aziende, tra produzione bellica, cultura militarista e repressione?
Quale il lascito del momento pandemico
, grande rimosso, che ha visto proprio nelle scuole ed università terreno fertile per la sperimentazione di strumenti di governo come il lasciapassare sanitario e la didattica a distanza?
Se l’istituzione scolastica appare completamente integrata nel complesso militare-industriale e la sua fine sembra oggi impensabile, disertare è possibile?
https://gancio.cisti.org/event/morsi-discussione-collettiva-contro-la-scuola-in-guerra

ORE 19.30 Bocciofila Vanchiglietta, Lungo Dora Colletta 39/A, Torino
APERICENA CONVIVIALE
ORE 20.30 “ONE MORE JUMP”
Documentario sul Parkour a Gaza di Manu Gerosa (Italia, Svizzera, Libano 2019, 81′)
A seguire COLLEGAMENTO CON IL REGISTA E DIBATTITO
“GAZE ON GAZA” RASSEGNA DI CINEMA PALESTINESE
In collaborazione con Nazra Palestine Short Film Festival e Bds Torino “In solidarietà con il Palestine Cinema Days – la cui decima edizione avrebbe dovuto svolgersi in diverse città della Cisgiordania e di Gaza dal 24 ottobre al 2 novembre
– e in collaborazione con Nazra Palestine Short Film e Bds Torino, siamo felici di presentare una rassegna di cinema da e sulla Palestina.
L’intento è quello di restituire frammenti di resistenza culturale palestinese attraverso l’obiettivo cinematografico e creare uno spazio di dibattito e dialogo
”.
https://www.instagram.com/p/Czct7N2I_X3/

ORE 21 Circolo Arci “Kontiki”, Via Cigliano 7, Torino
(Sede di Fridays For Future Torino)
“LA QUESTIONE DI GENERE INFLUENZA
LA PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA?”
Ne parliamo con:
– Alice Ravinale
, Consigliera della Città di Torino,
– Daniela Romee Piccio, professoressa presso Unitorino.
“Ultimo appuntamento per il ciclo di incontri “Voto anch’io” di @benvenuti_in_italia!
Nei precedenti eventi si è cercato di capire, insieme a diversi ospiti, quali siano gli ostacoli che limitano di fatto la partecipazione al
voto; con quest’ultimo appuntamento vogliamo approfondire come la questione di genere influenzi la partecipazione democratica”.
Come sempre, ingresso libero con Tessera ARCI (ci si può tesserare al Kontiki).
Evento di Kontiki Torino
https://www.facebook.com/events/1345459152776905/?ref=newsfeed

DA VENERDÌ 15 A DOMENICA 17 DICEMBRE
Via Luigi Petracqua 9, Torino
INAUGURA “OST BARRIERA!”
VIENI A CONOSCERCI IL 15, 16 E 17 DICEMBRE!
VENERDÌ 15 DICEMBRE
DALLE ORE 17: MUSICA DAL VIVO E SOCIALITÀ

con:
•Roberto Cuccato (beto cato) e Chiara e Francesco I Ferrovieri
•Marmellata jam
SABATO 16 DICEMBRE
DALLE ORE 16: PANETTONE E VIN BRULÉ!
Vieni a firmare la proposta di legge per l’istituzione del reato di omicidio sul lavoro!
DOMENICA 17 DICEMBRE
DALLE ORE 16: DOMENICA SPORTIVA E SPRITZ!
Ingresso riservato ai soci AICS – Tessera + consumazione 8€
https://www.facebook.com/photo?fbid=122097070238153980&set=a.122095862576153980

VENERDÌ 15 DICEMBRE
SCIOPERO DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE A LIVELLO NAZIONALE DELLA DURATA DI 24 ORE proclamato dai sindacati USB Lavoro Privato, AL Cobas, CUB Trasporti, SGB, Cobas Lavoro Privato e ADL Cobas per aumento degli stipendi, riduzione dell’orario di lavoro da 39 a 35 ore settimanali, l’adeguamento della sicurezza e il blocco delle privatizzazioni, per il libero esercizio al diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali.
Lo sciopero attuale è dovuto al rinvio di quello proclamato lunedì 27 novembre precettato dal ministro delle infrastrutture che ora lo vorrebbe ridurre da 24 a 4 ore.
I sindacati hanno però annunciato di voler disobbedire all’ordinanza di riduzione, confermandolo per l’intera giornata.
15 dicembre 2023, USB sciopero trasporto pubblico locale: “ISTRUZIONI PER L’USO”
https://www.usb.it/leggi-notizia/sciopero-del-15-dicembre-2023-istruzioni-per-luso-1320.html

ORE 10.30 GTT Deposito Tortona, Corso Tortona 53, Torino
“PRESIDIO GTT “TORTONA” – TORINO”
“Anche a Torino saremo in piazza con un presidio presso il deposito Tortona alle 10.30, al quale invitiamo chiunque abbia a cuore la democrazia e il diritto di sciopero in questo Paese.
Il ministro Salvini interverrà di nuovo contro il diritto di sciopero in occasione dell’agitazione indetta in tutto il trasporto locale nazionale per l’intera giornata del 15 dicembre.
La precettazione che ha già annunciato è totalmente fuori dalla legge, la 146 del 1990, una delle più restrittive in Europa in materia di diritto di sciopero, ma evidentemente ancora non abbastanza limitativa per gli interessi padronali che Salvini ha deciso di proteggere.
L’abuso di potere agito dall’attuale ministro delle Infrastrutture e dei trasporti è un atto gravissimo di attacco alle libertà democratiche. Stare a guardare non è più possibile…”
Evento di USB Piemonte
https://www.facebook.com/events/s/presidio-gtt-tortona-torino/2420545608129666/

ORE 18.30-22 Cazafeu, Via Walter Fontan 12, Bussoleno (To)
“ANIMALI SELVATICI”
Titolo originale “R.m.n.”, acronimo della risonanza magnetica.
Proiezione del film del regista Cristian Mungiu
“che sottopone a un’indagine approfondita lo stato delle cose in Romania e più in generale nella contemporaneità europea, pervasa da tensioni, intolleranza e paura.
La scelta di ambientare la vicenda in Transilvania, crogiuolo di etnie (rumena, magiara, rom e ebraica), fedi religiose (cattolicesimo, cristianesimo ortodosso, islamismo) e idiomi eterogenei, non è casuale e ha lo scopo di rappresentare la fragilità di equilibri secolari, pronti a esplodere in fratture dilanianti alla prima scintilla…
https://www.mymovies.it/film/2022/animali-selvatici/
https://gancio.cisti.org/event/gli-incontri-di-cazafeu-1

ORE 17 Ca’ Foscari, Aula 23, San Sebastiano, Venezia
“FERMIAMO IL GENOCIDIO A GAZA!”
INCONTRO PUBBLICO organizzato da Sumud e Comitato permanente contro le guerre e il razzismo di Marghera
https://pungolorosso.wordpress.com/2023/12/12/venezia-venerdi-15-dicembre-ore-17-fermiamo-il-genocidio-a-gaza-incontro-pubblico-organizzato-da-sumud-e-comitato-permanente-contro-le-guerre-e-il-razzismo/

ORE 18 Videoconferenza iscrivendosi su:
https://us06web.zoom.us/webinar/register/WN_z0O9IblYTlqpyWOxcjgbjw

(Se richiesti:ID webinar 837 7279 3241; Passcode webinar 186083)
“LA REGINA VIARUM”
Lectio Magistralis del Prof. Lorenzo Quilici, Professore ordinario di topografia dell’Italia antica presso il dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna.
A cura di: Enrico Del Vescovo, Consigliere nazionale di Italia Nostra e presidente della sezione Castelli Romani, in collaborazione con l’Accademia Vivarium Novum.
“L’APPIA ANTICA, conosciuta anche con l’appellativo di”Regina Viarum”, è forse l’arteria stradale più celebre del mondo antico romano.
Essa collegava l’antica Roma al meridione della penisola italica passando per le regioni attuali Lazio, Campania, Basilicata e Puglia.
È stata testimone di vicende storiche fondamentali per il nostro paese.
L’importanza di tale reperto è stata da sempre riconosciuta e ha dato origine anche alla nascita
del parco dell’Appia Antica ad opera, in particolare, di Antonio Cederna negli anni ’80.
Ora potrebbe anche diventare Patrimonio Unesco.
È essenziale dunque che l’opinione pubblica ne prenda coscienza per la necessità di preservare e valorizzare non solo il reperto stesso, ma anche tutte quelle aree circostanti ad essa ancora ammirabili sotto il profilo paesaggistico ed archeologico…”

SABATO 16 E DOMENICA 17 DICEMBRE
ORE 10-19 Via Giacomo Medici 28, Torino
MERCATINO NATALE DI VOLERE LA LUNA
insieme ad Architettura senza Frontiere, con prodotti di vario genere e di alta qualità, a copertura di alcune delle spese per i lavori di Via Trivero (che sono ormai in dirittura di arrivo!)
L’anno 2023 si concluderà con un nuovo inizio: l’apertura della sede di Volere la Luna, ricostruita con la paglia di riso.
Sarà anche un modo per stare un po’ insieme e scambiarci gli auguri per il nuovo anno, concludendo la sera con un aperitivo.
Si possono fare gli acquisti anche online scegliendo le modalità di consegna (anche a domicilio!)
https://viatrivero.volerelaluna.it/_lanno-2023-si-concludera-con-un-nuovo-inizio_-_lapertura-della-sede-di-volere-la-luna_-_ricostruita-con-la-paglia-di-riso/

SABATO 16 E DOMENICA 17 DICEMBRE
“LE MONTAGNE NON RICRESCONO

FERMIAMO L’ESTRATTIVISMO IN APUANE E OVUNQUE”.

Dal confronto di decine di associazioni, comitati e movimenti del territorio apuano nasce un appello alla mobilitazione per contrastare l’assalto alle Alpi Apuane e a tutte le montagne.
L’
estrattivismo è un sistema di governo del territorio che produce enormi ricchezze per pochi e incalcolabili danni per la popolazione e gli ecosistemi.
Dalle Alpi Apuane vengono estratte ogni anno
5 milioni di tonnellate di montagna, compromettendo uno dei più importanti bacini idrici d’Italia che viene incessantemente minacciato e ridotto nel bel mezzo della crisi climatica. Un territorio impoverito, indebitato e distrutto a fronte di ricadute occupazionali ed economiche in drastico calo.
Le Alpi Apuane sono lemblema di un modello distruttivo che sta guadagnando sempre più spazio in Italia e in Europa.
Il 16 dicembre sarà una giornata per contrastare l’assalto alle montagne e per immaginare insieme un futuro sostenibile per i territori e chi li abita”.
https://16dicembrecarrara.it/#fermiamo

APPELLO AI SOGGETTI COLLETTIVI E AI CITTADINI PER LA PARTECIPAZIONE ALL’INIZIATIVA DEL 16 DICEMBRE A CARRARA
https://16dicembrecarrara.it/appello-16-dicembre/
VEDI INFRA EVENTI NELLE SINGOLE GIORNATE

SABATO 16 DICEMBRE
ORE 8.30-13.00 Sala Garibaldi, Via Verdi n.15c, Carrara
CONVEGNO
ORE. 9.30
ESTRATTIVISMO: QUALE MODELLO DI SVILUPPO?”
Maura Benegiamo, ricercatrice all’università di Pisa
ORE 10:20APUANE: USCIRE DALL’ESTRATTIVISMO E COSTRUIRE OCCUPAZIONE. TRA PROFITTI PRIVATI E RISORSE DEI TERRITORI”
Matteo Procuranti, Blanca Teatro
ORE 10.40GLI EFFETTI DELLA DIFFUSIONE DI MARMETTOLA NEGLI ACQUIFERI CARSICI
Nadia Ricci, Presidente Federazione Speleologica Toscana
ORE 11 ”BENI COMUNI, USI CIVICI E TERRE COLLETTIVE. UN DIVERSO MODO DI POSSEDERE E DI PRODURRE ALTERNATIVO ALL’ESTRATTIVISMO
Ildo Fusani, Circolo Arci Chico e Marielle
ORE 11.25LE CAVE DELL’ALTISSIMO, UNA VICENDA EMBLEMATICA DI RESISTENZA ALL’ESPROPRIAZIONE DA PARTE DELLA COMUNITÀ LOCALE
Rossanna Giannini, Comitato Civico La Cappella
ORE 11.40 “LA LIBERTÀ DEL LIMITE
Alessandro Gogna, alpinista
ORE 12.20 CONCLUSIONI
Antonio Montani, Presidente Generale Cai, Club Alpino Italiano
REGISTRATI: https://16dicembrecarrara.it/programma-convegno/

ORE 14: Concentramento corteo presso Stadio dei Marmi, Carrara
MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO L’ESTRATTIVISMO
https://www.facebook.com/events/361223386408549

ORE 10 Nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s. 25, San Didero
MERCATO CONTADINO
A seguire al presidio NO TAV
APERIPRANZO CONDIVISO

ORE 11 Piazza Carignano, Torino
94a PRESENZA: “ABOLIAMO LA GUERRA!”
“Facciamo sentire la voce della maggioranza delle persone che è per la pace e non vuole la guerra.
La guerra è distruzione di ogni forma di vita.
Esprimiamo tutta la nostra solidarietà per le vittime della guerra.
Condanniamo le violenze e gli stupri sulle donne.
Facciamo nostro l’appello del movimento pacifista ucraino contro la guerra
e per una soluzione pacifica del conflitto.
Esprimiamo pieno sostegno ai pacifisti russi che, con grande coraggio (oltre 15.000 arresti), manifestano contro la guerra…
. Condanniamo l’aggressione della Russia di Putin all’Ucraina
. Fermiamo la corsa al riarmo
. Chiediamo con forza un urgente negoziato diplomatico
. Sì al cessate il fuoco immediato e al ritiro dei soldati occupanti dall’Ucraina…
*Firma anche tu contro l’aumento delle spese militari
https://secure.avaaz.org/…/governo_italiano_e…/
Evento di Mir-Mn Piemonte, Acli Torino e altri 4
https://www.facebook.com/AGiTEPiemonte

ORE 15-16.30 Prato Parella, Via Madonna delle Salette, Torino
“LA PAROLA AGLI ALBERI”
PER BRINDARE, FESTEGGIARE E PROSEGUIRE TUTTI INSIEME QUESTO CAMMINO.
Musica, panettone e bollicine!
“Siamo alla chiusura di un altro anno di lotte, presidi, feste e bellezza sul nostro amato Pratone.
L’anno del Patto di Collaborazione.
L’anno dei nuovi ospiti fronzuti.
Così come tre anni fa ci ritroviamo sul prato silenzioso
nel freddo di quasi inverno per ascoltare le parole degli alberi e decorarli con parole di amicizia.
Parole di speranza da condividere con chi vive, ama e protegge il Pratone”.
Evento di Salviamo i prati
https://www.facebook.com/events/s/la-parola-agli-alberi/335872309221934/

ORE 15.30-17.30 Centro Culturale Sokka Gakkai, Corso Bramamte 58 int. 9, Torino
“DIALOGHI FUTURI, STORIE DI GUERRA E PROPOSTE DI PACE”
– Riflessioni sul libro “Come risolvere i conflitti” di Erica Chenoweth
Esperienza dei giovani di Acmos partecipanti alla carovana Stop the War Now
– “Guerra e cambiamento climatico” con Fridays For Future
https://serenoregis.org/evento/dialoghi-futuri-storie-di-guerra-e-proposte-di-pace/

ORE 17-20 Gelateria Popolare, Via G. Mameli 6 (Zona Balon), Torino
“TORNARE IN SÉ”
“PANDEMIA: PER UNA RIPRESA DELLA COSCIENZA SOCIALE E DELLA RESISTENZA ATTIVA”
Presentazione del libro con l’autore Stefano Boni
“Questo testo esplora attraverso le voci degli stessi attivisti uno dei più importanti e significativi movimenti sociali emersi negli ultimi decenni.
Sono passati meno di un paio d’anni da quegli eventi e analizzarne il contenuto che li ha caratterizzati ci permette di restituire dignità e credibilità a quella parte di società che ha rifiutato i diktat delle istituzioni di Stato; ci consente di riconoscerne il potenziale conflittuale, di intravedere le alternative esistenziali emancipatorie che gli attivisti hanno già cominciato a sperimentare”.
https://gancio.cisti.org/event/tornare-in-se-pandemia-per-una-ripresa-della-coscienza-sociale-e-della-resistenza-attiva

PRESENTAZIONE RIPETUTA
DOMENICA 17 DICEMBRE
ORE 17
Spazio Niño, Via Midana, Pinerolo
https://gancio.cisti.org/event/tornare-in-se-pandemia-per-una-ripresa-della-coscienza-sociale-e-della-resistenza-attiva-1

ORE 18 Circolo Arci “Kontiki”, Via Cigliano 7, Torino
(Sede di Fridays For Future Torino)
“LA SOCIETÀ ESISTE”
PRESENTAZIONE DEL LIBRO di Giorgia Serughetti
Partecipano:
– Giorgia Serughetti, ricercatrice in Filosofia politica presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale dell’Università di Milano-Bicocca;
– Paola Arrigoni, Scienziata politica esperta di élite e filantropia;
– Federica Tourn, giornalista per il quotidiano Domani e autrice di saggi femministi;
– Andrea John Dejanaz, attivista per la giustizia climatica con Fridays For Future Torino.
Modererà l’incontrò Alessandro Fiorina.
“LA SOCIETÀ RESISTE, E DUNQUE ESISTE!
Prendendo le mosse dallo splendido lavoro di Giorgia Serughetti, vogliamo approfondire alcune parole chiave che stanno riemergendo nel dibattito pubblico.
Sia le forze politiche organizzate che i movimenti sociali hanno rimesso al centro concetti come quello di classe, capitalismo, giustizia sociale
, combinandoli con temi come giustizia razziale, di genere, climatica.
In questo momento storico post-pandemico, caratterizzato da conflitti e disuguaglianze, ci sembra fondamentale valorizzare un libro che accende i riflettori su quelle realtà sociali
che non hanno mai perso la bussola della giustizia.
La visione innovatrice di questi mondi è già strumento di cambiamento concreto della realtà”.
Come sempre, ingresso libero con tessera ARCI
Evento di Kontiki Torino
https://www.facebook.com/events/2030258417342137/?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[]%7D

DOMENICA 17 DICEMBRE
ORE 9 Carrara
“IL FUTURO DELLE MONTAGNE”
UNA GIORNATA DI TAVOLI TEMATICI, GRUPPI DI LAVORO E WORKSHOP.
Per immaginare e costruire insieme un futuro desiderabile per i territori montani.
“Il 17 dicembre, a seguito della manifestazione a tutela delle Alpi Apuane e contro l’attacco alle montagne, desideriamo costruire una giornata di confronto animata da una pluralità di soggetti e realtà. L’idea generale è quella di costruire una serie di momenti orizzontali, in forma di tavole rotonde, gruppi di lavoro e workshop, dove fotografare il presente dei territori montani e immaginarne insieme il futuro.
Mentre il convegno del 16 dicembre sarà un momento informativo e frontale, incentrato principalmente sull’estrattivismo apuano, la giornata del 17 vorrebbe essere un’occasione per accogliere contributi e confrontarsi attivamente
…”
Il metodo organizzativo che proponiamo è quello della pianificazione partecipata.
Il nostro ruolo principale sarà quello di apertura dello spazio di confronto e di gestione logistica della giornata.
Ci faremo carico di coordinare uno o più tavoli
ma vorremmo lasciare voce alle proposte di quante più realtà possibili…”
A cura di Athamanta
https://16dicembrecarrara.it/17-dicembre-tavoli-di-lavoro/#dicembre
https://www.facebook.com/events/6395320577239254/?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[]%7D

ORE 14 Barocchio Squat, Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia), alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
ORE 20 PIZZA BELLAVITA
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

ORE 18-20 Incontro online dei “disarmisti esigenti”:
https://us06web.zoom.us/j/85742823761?pwd=MXmdCO9o1cY2XKsHhld8bKY1ny62t2.1
“È POSSIBILE DENUCLEARIZZARE LA NATO SENZA TRAUMI POLITICI?
LA “CONDIVISIONE NUCLEARE” È CONSIDERATA GEOPOLITICAMENTE ANACRONISTICA?”
“… Si tratta di integrare nei ragionamenti l’impatto di due dimensioni trascurate o addirittura ignorate: quella economica e quella ecologica a livello globale…
Il primo luogo comune afferma che la deterrenza nucleare è ormai un fossile nei rapporti di potenza
, si tratterebbe di una realtà obsoleta di cui il sistema degli stati in lotta per l’egemonia potrebbe facilmente fare a meno.
Spesso sentiamo questa frase: le armi nucleari sono obsolete. Ed anche l’energia nucleare!
In questo ambito di pensiero riduttivo si colloca anche l’idea che il nucleare non abbia nessun ruolo nel cementare
l’alleanza militare denominata con l’acronimo NATO…
Storicamente l’ombrello nucleare americano è stato il vero cemento strategico della NATO, funzionale alla costruzione di un blocco occidentale guidato dagli USA, presentato come “mondo della libertà ” o “mondo libero”.
Il mondo oggi è in trasformazione ma bisogna esaminare quanto il retaggio della vecchia realtà, sopravvissuta al bipolarismo USA/URSS e all’unipolarismo americano successivo
, resista ad essere consegnata alla pattumiera della Storia.
Anzi rischi di trascinare con sé nel baratro la stessa avventura umana…”
http://www.disarmistiesigenti.org/2023/12/03/2msptpnw/

ORE 20.30 Gelateria Popolare, Via Mameli 6 (Balon), Torino
POLENTATA POPOLARE BENEFIT
per la Gelateria Popolare e il Comitato Salviamo gli Alberi di Corso Belgio: 22 euro
Vegetariana e vegana
Chi desidera partecipare invii sms o Whatsapp (no chiamate) al numero 379 148 76 86.
Indicate il numero di persone e se desiderate partecipare alla cena oppure al pranzo (è possibile anche questa opzione se ci sono prenotazioni).
Il Comitato sarà presente presso la Gelateria sin dal mattino con un banchetto per raccolta fondi per le spese legali.
Il Comitato Salviamo gli Alberi di Corso Belgio
https://www.facebook.com/photo/?fbid=1792632584508877&set=gm.723566649442429&idorvanity=622141396251622

LUNEDÌ 18 DICEMBRE
ORE 18 SI Cobas, Corso Palermo 60, Torino
“SEMINARIO DI AUTOFORMAZIONE SUL “CAPITALE” DI KARL MARX”
Il seminario di autoformazione richiederà una partecipazione attiva nel senso che ogni partecipante, a rotazione relazionerà su capitoli affidati in ogni riunione che si terrà.
Il seminario è organizzato dal Sicobas in collaborazione con la Tendenza Internazionalista
, oltre che dal contributo di alcuni compagni di Torino, coscienti che senza la conoscenza della teoria rivoluzionaria, non può esserci movimento rivoluzionario…
Di seguito i capitoli del 1° libro: PROCESSO DI PRODUZIONE DEL CAPITALE.
PROGRAMMA DI MASSIMA DEGLI 8 SEMINARI PREVISTI
OGNI LUNEDÌ ORE 18:
https://www.facebook.com/100063454848255/posts/799521745506313/?mibextid=rS40aB7S9Ucbxw6v

ORE 18.15 Csoa Gabrio (piano ammezzato), Via Francesco Millio 42, Torino
RIUNIONE COORDINAMENTO SUL NUOVO PIANO REGOLATORE GENERALE DI TORINO
con il seguente ordine del giorno:
1) relazione dei gruppi di lavoro
2) organizzazione iniziativa pubblica gennaio 2024
https://debitorino.wordpress.com/

MARTEDÌ 19 DICEMBRE
ORE 16-20 Csoa Gabrio, Via Millio 42, Torino
“MERCATINO DI NATALE CONTRO IL CAPITALE”
Per festeggiare il primo anniversario della TIENDITA POPULAR.
“Sapete bene, che non sarà come camminare per le vie del centro, senza trovare niente di davvero speciale, ma i nostri produttori e produttrici oltre a portare i loro meravigliosi prodotti, avranno in serbo per voi delle meravigliose sorprese.
Per l’occasione ci sarà anche la distribuzione delle arance di Rosarno.

https://gancio.cisti.org/event/tiendita-popular-mercatino-di-natale-contro-il-capitale

ORE 18 Campus Einaudi, Corso Lungo Dora Siena 100, Torino
“MODELLO TORINO. LA DEMOCRAZIA DEI FASCISTI E DEI MANGANELLI”
Rispondiamo alla violenza poliziesca e alla gestione di un ordine pubblico che sdogana fascismo e reprime ogni forma di dissenso.
Ne parliamo con:
– Alessandra Algostino,
docente ordinaria di Giurisprudenza presso Unito
– Giorgio Cremaschi, Potere al Popolo
– Gianluca Vitale, avvocato Legal Team Italia
– Assemblea No Tav Torino e Cintura
-Associazione Volere la Luna
(Ospiti in aggiornamento )
“Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad episodi, nel capoluogo piemontese, di violenta repressione del dissenso, sdoganamento di neofascisti e delle organizzazioni ad essi legate, e restringimento di ogni spazio possibile di democrazia e manifestazione del dissenso.
Un clima, riconducibile a precise decisioni politiche, che dalle università, con l’ingresso della celere e le manganellate autorizzate dal rettore, fino ad ogni spazio della città, con le cariche del 3 ottobre e di questo 8 dicembre a Porta Nuova, rendono Torino un vero e proprio laboratorio repressivo di quella che è la linea governativa…
Anche l’8 dicembre le forze dell’ordine non hanno esitato a caricare violentemente gli attivisti No Tav intenti a prendere il treno per la manifestazione a Susa, la celere ha sostituito Trenitalia nel controllo dei biglietti provocando numerosi feriti”.
https://www.instagram.com/p/C0rPFqMtGmg/?igshid=ZWI2YzEzYmMxYg%3D%3D

ORE 19.30 davanti al presidio NO TAV”Leonard Peltier”, loc. Baraccone, s.s. 25, San Didero
APERICENA a cura dei Comitati No Tav Bassa Valle
Portate (se potete) qualcosa da mangiare e bere insieme e soprattutto i vostri piatti, posate e bicchieri in modo da non fare troppi rifiuti.
A seguire:
ORE 20.30 SOCIALITÀ NO TAV
Essere in tanti di fronte alla polizia che presidia il NULLA è un bel segnale per fargli capire che
A SARÀ DURA… PER LORO!
Evento di Presidio ex-autoporto di San Didero

https://www.facebook.com/profile.php?id=100066173425424

ORE 21 SI Cobas, Corso Palermo 60, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

MERCOLEDÌ 20 DICEMBRE
ORE 18.45 Davanti al Presidio No Tav Leonard Peltier, s.s. 25, loc. Baraccone, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”
https://www.facebook.com/profile.php?id=100066173425424

GIOVEDÌ 21 DICEMBRE
ORE 18-19.30 Corso Belgio 55, Torino
“CI FACCIAMO GLI AUGURI!”
Con tisane e vin brulè e musica
Presidio Salviamo gli alberi di Corso Belgio
https://www.facebook.com/photo/?fbid=810112477550817&set=gm.725371535928607&idorvanity=622141396251622

VENERDÌ 22 DICEMBRE
SCIOPERO DEL COMMERCIO, GRANDE DISTRIBUZIONE, DISTRIBUZIONE COOPERATIVA
DICHIARATO DA Flaica CUB
PER UNA TRATTATIVA DIFFERENTE, CHE RIVENDICHI PIÙ SALARIO, NO ALLA FLESSIBILITÀ, DEMOCRAZIA IN AZIENDA
.
https://www.facebook.com/photo?fbid=868269528635264&set=a.471181421677412

ORE 14 Parco Artiglieri da Montagna, Corso Vittorio Emanuele II, (davanti al Palagiustizia), Torino
PRENDIAMOCI CURA DEL PARCO CONTRO L’ESSELUNGA
“Non ci fermiamo neanche con il freddo.
Con l’arrivo dell’inverno e delle feste il parco è sempre più difficile da attraversare
, ma nonostante ciò ci troverete lì a prendercene cura il 22 dicembre dalle 14!
C’è bisogno di fare tante piccole cose e tutti/e possono essere utili con le proprie capacità: se non sai fare qualcosa non preoccuparti, la impariamo insieme.
Contro la cementificazione: + Parchi – Esselunga!”
https://gancio.cisti.org/event/prendiamoci-cura-del-parco-contro-lesselunga

MARTEDÌ 9 GENNAIO 2024
ORE 19-21 Sala Gandhi, Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13, Torino
RIUNIONE APERTA DELL’ASSEMBLEA NO TAV TORINO E CINTURA
(Solo per gennaio sarà il secondo martedì del mese)
… Vogliamo sensibilizzare la popolazione metropolitana sugli effetti nocivi del TAV, e sulle conseguenze che colpiranno la popolazione della città di Torino e della sua Cintura, e che già adesso vediamo in atto per quanto riguarda lo sperpero di denaro pubblico che potrebbe essere investito per scuole, ospedali e per la messa in sicurezza dei territori; con la riduzione delle risorse idriche che vengono estratte dalla montagna per essere sprecate; così come per l’inquinamento prodotto dalla massiccia emissione di CO2 per la durata decennale dei cantieri che avrà effetti catastrofici non solo per la Val Susa e i suoi dintorni, ma per tutto il nostro pianeta.
Il TAV (Treno ad Alta Velocità Torino-Lione) è un’opera dichiarata di interesse strategico dallo Stato italiano e dall’Unione Europea ma che in realtà serve solo a scambi di favori tra grandi capitali, mondo della politica e aziende in odor di mafia.
Inoltre negli ultimi anni sembrano emergere anche finalità e interessi militari con un suo possibile utilizzo nel trasporto di mezzi militari pesanti come blindati e carri armati…”
VIENI AD INCONTRARCI E A CONOSCERCI ALLA RIUNIONE APERTA DELLA NOSTRA ASSEMBLEA.
Per il prossimo incontro i temi di cui parleremo saranno:
IL RITORNO DELL’8 DICEMBRE e degli ultimi appuntamenti,
COME L’INFORMAZIONE E LA REPRESSIONE COLPISCONO IL NOVIMENTO NO TAV.
INAUGURIAMO IL NUOVO ANNO AL MEGLIO!”
LINK

 

Suggerimenti



AGGIORNAMENTI E RASSEGNA STAMPA

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA 14 dicembre 23 (il pdf apre in nuova scheda).

La rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo che va dal 4 al 13 dicembre 2023, scaricabile in formato pdf da questo link: ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG E QUOTIDIANI 14 dicembre 23 (il pdf apre in nuova scheda).

In chiusura, la pubblicazione di appelli e petizioni nazionali e internazionali, scaricabile in formato pdf da questo link:  APPELLI E PETIZIONI 14 dicembre 23 (il pdf apre in nuova scheda).

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 7 dicembre 2023; apre in nuova scheda).

Suggerimenti


Trancemedia.eu – LA TRANCE DI RITORNO ALLA REALTÀ
sperimenta contenuti transmedia di realtà,
ricerca nuovi approcci editoriali e culturali nel secolo
che vede crollare i paradigmi della modernità passata.
Ambiente, territori, energia, democrazia, debito,
con le relative collisioni, sono temi ricorrenti
della nostra attività editoriale partecipata online.


© Copyright 2015-2024 by Fert Rights srl. Tutti i diritti riservati. CCIAA Torino 08184530015