Doriella e Renato, newslettera 23 febbraio 2023: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci+ anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dal 23 febbraio 2023

Centocinquantatreesima uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la Newslettera di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Da più di dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

Nella sezione conclusiva, in formato PDF scaricabile, troverete:

  • aggiornamenti su iniziative passate;
  • rassegna stampa relativa alla settimana precedente;
  • appelli e petizioni nazionali e internazionali.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata. Buona lettura a Tutt*!

EXTRA – la redazione di Trancemedia.eu raccomanda i documenti della politica estera cinese – verbatim

Apre in nuova scheda da Trancemedia.eu la nostra traduzione di testi rilevanti dal Ministero Esteri della Cina, proposti tra il 19 e il 24 febbraio 2023.

19-24/2/2023 – Con testi tradotti da Trancemedia e due video originali in inglese, offriamo la documentazione su un’intensa settimana di attività diplomatica della Repubblica Popolare. Le parole “piano di pace” non appaiono nell’articolata proposta cinese di questa mattina. Eppure i commenti media ne abusano, per irridere princìpi, criteri e impegni della Cina, la sua presunta astrattezza e il volemose bene (come se i media del West fossero meno ideologici e più autentici, o più circostanziati).
Il titolo dei 12 punti cinesi  è “La posizione della Cina sulla soluzione politica della crisi ucraina”. Meno breaking-news rumoroso, ma più concretezza delle centinaia di headlines che urlano piano di pace prima che inizi un dialogo regolare. L’oggetto è: crisi ucraina, insieme a posizione della Cina e soluzione politica; ovvero il testo usa e invita a usare parole di de-escalation. La parola guerra, nel testo, è presente solo in riferimento ai prigionieri (POW), per aprire spazio negoziale. Nell’insieme, i punti propongono soluzione politica tra eguali, in stretto riferimento all’ONU e suoi uffici. Responsabilità umanitaria, alimentare, ambientale. Stop alle sanzioni non-ONU. Aiuti post-conflitto. Non: dopoguerra, perché la narrazione bellicista non abbia più terreno. Concretamente si ricorderà che il mancato declassamento semiotico della violenza verbale di leader e media, nel mondo slavo, portò tremendi lutti in Jugoslavia. La parola ‘guerra’ è parola violenta. Chi vuole la pace smette di usarla, per poter risolvere la crisi. In particolar modo prima di sedersi al tavolo negoziale.

Suggerimenti



QUESTA SETTIMANA

Contro la guerra, Alfredo Cospito,
Fridays For Future, Aska, NO TAV,
Vincenzo Vecchi, Ambiente, Terremoto,
Barocchio, La scelta, Extinction Rebellion, DebiTò

SCRIVIAMO A STEFANO!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO È STATO ARRESTATO IL NO TAV STEFANO MANGIONE e portato nel carcere delle Vallette, condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna pisana NO TAV, Marta Camposano.
A OTTOBRE STEFANO È STATO TRASFERITO NEL CARCERE DI CUNEO, struttura detentiva ignobile al cui interno è presente anche una sezione destinata al regime di 41 bis.
Non facciamolo sentire solo, continuiamo a scrivergli e a fargli sentire la nostra vicinanza e solidarietà!
PER SCRIVERE A STEFANO
MANGIONE:
Casa Circondariale di Cuneo
Via Roncata, 75 – 12100 Cuneo
https://www.facebook.com/100063995045494/posts/pfbid0et83tLPLkikaX4YEvhMKKGo64yiEuiP4bbQHv4ZsPREG753TZGLrudwBb1yK2BKZl/

SCRIVIAMO A CECCA!
“INONDIAMO IL CARCERE DI LETTERE!

Da martedì 7 febbraio la nostra Cecca si trova nel carcere delle Vallette di Torino…
Aver tentato di appendere uno striscione in solidarietà a una donna, una sorella, picchiata e molestata, non può che farci essere fiere/i di lei
; aver lottato contro il sistema Tav che devasta le vite e i territori è solo motivo di orgoglio.
Ma quando il potere si scatena, arriva ad utilizzare ogni mezzo in suo possesso per tentare di zittire chi con coraggio, invece, è capace di alzare la testa per portare avanti il proprio dissenso…”
Scriviamo lettere, telegrammi e cartoline a:
FRANCESCA LUCCHETTO
c/o Casa Circondariale Lorusso e Cutugno
Via Aglietta, 35 – 10151 Torino
CECCA LIBERA! LIBERTÀ PER I/LE NO TAV!
https://www.notav.info/post/inondiamo-il-carcere-di-lettere-scriviamo-a-cecca/

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE
FINO A VENERDÌ 24 FEBBRAIO

SETTIMANA DI SOLIDARIETÀ PERMANENTE AL FIANCO DI ALFREDO COSPITO
https://gancio.cisti.org/event/settimana-di-solidarieta-permanente-al-fianco-di-alfredo

FINO A DOMENICA 26 FEBBRAIO
“ASKA È LA MIA CITTÀ!”
Askatasuna è punto di riferimento, solido porto sicuro a cui guardare nel mezzo del marasma dell’oggi.
È l’angolo di città in cui passare, incontrarsi.
È la sponda a partire dalla quale rafforzarsi per non essere isolati
come ci vorrebbero.
È dove si può ragionare collettivamente per costruire un altro modo di stare insieme, è dove lo si può praticare tramite l’autogestione e l’autorganizzazione…
Oltre alle iniziative in programma come sempre al 47 di Corso Regina Margherita, ci spostiamo anche in vari luoghi della città che ringraziamo per la disponibilità e la solidarietà:
MERCOLEDÌ 22 FEBBRAIO: Cap10100
– GIOVEDÌ 23 FEBBRAIO: SPAZIO211
VENERDÌ 24 FEBBRAIO: Csoa Gabrio
SABATO 25 FEBBRAIO: Manituana – Laboratorio Culturale Autogestito
DOMENICA 26 FEBBRAIO: Carnevale in Vanchiglia…”
https://www.facebook.com/csa.murazzi89/posts/pfbid0VEveA6jauNNPciPMURwsC78cyXZvuTRAWeBzMMAN1r42UG6RS8ZvwHPYuffXsWqxl

FINO A DOMENICA 5 MARZO
INIZIATIVE FRIDAYS FOR FUTURE TORINO
PER IL GLOBAL STRIKE DI VENERDÌ 3 MARZO
https://www.instagram.com/p/CohecXktwET/

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino-Lione.
96a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NO TAV.)
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info

GIOVEDÌ 23 FEBBRAIO
ORE 11.30 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 14.30-16.30 Palazzo Nuovo, Via Sant Ottavio 20, Torino
“STRIKE THE WARS”:
– GUERRA E RISORSE
Presentazione di “Peace is Fossil Free”, fumetto di Gastivists, Claudio Calia e Lorena Canottiere.
Con Annabella Da Re – Gastivists Italia – e Lorena Canottiere – fumettista…
– ORE 16.30-18.30 PRESENTAZIONE “INSEGNARE COMUNITÀ:
UNA PEDAGOGIA DELLA SPERANZA” DI BELL HOOKS
Discuteremo insieme a Rahma Nur, Fartun Gacal Mohamed e Mackda Ghebremariam Tesfaù sull’educazione come pratica di libertà.
– ORE 18.30 “DA TORINO GUERRA ALLA GUERRA!
IL 25/02 TUTTI A GENOVA!”
Con interventi del CALP, Nicoletta Dosio, Connessioni Precarie e molti altri.
Saranno disponibili informazioni su bus e treni per scendere tutti insieme da Torino a Genova il 25/02!
https://www.facebook.com/Poterealpopolotorino/posts/pfbid02veiMLB4iJWMdeLsyP2ivCYraZoCDJ3bYet1YrdscNMt6vaebN99e2frvwjiKUtfpl
LOCANDINA PROGRAMMA COMPLETO:
https://www.facebook.com/CambiareRottaTorino/photos/a.1518533388389714/3325403077702727/

ORE 17.30-19.30 Casa Circondariale Lorusso e Cotugno – Torino
“CON CECCA, CON LE PERSONE DETENUTE, CONTRO TUTTE LE FORME DI REPRESSIONE
“Cecca è stata condannata e portata in carcere perché ha tentato di appendere uno striscione in solidarietà a un’attivista no tav picchiata e molestata dalle FFOO.
Cecca è in carcere perché evidentemente le pene alternative non si applicano agli/alle attivisti/e
Contro le lotte è in atto una repressione sempre più feroce.
In questi tempi bui in cui un uomo viene lasciato morire in carcere perché ribadisce il suo NO alla forma di tortura che è il 41 bis.
In questi tempi in cui stiamo assistendo a una recrudescenza senza limiti
di qualsiasi attività di pensiero libero e di protagonismo dal basso: sgomberi, perquisizioni, denunce di cantanti e gruppi musicali, sequestro di frigoriferi, violenze su studenti/studentesse in occupazione, denunce continue e processi…”
Evento di Mamme in piazza per la libertà di dissenso
https://gancio.cisti.org/event/con-cecca-con-le-persone-detenute-contro-tutte-le-forme-di-repressione

https://www.facebook.com/events/569504465210523/?ref=newsfeed

24 FEBBRAIO 2022-24 FEBBRAIO 2023
APPELLO DI EUROPE FOR PEACE:
“FERMIAMO LA GUERRA IN UCRAINA”
UN ANNO DI GUERRA È TROPPO!
L’invasione russa in Ucraina iniziò il 24 Febbraio 2022
. Una violazione della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale che chiede giustizia immediata.
“Europe for Peace” invita a promuovere mobilitazioni nelle città italiane ed europee a un anno dall’invasione dell’Ucraina per chiedere il cessate il fuoco, il dialogo e i negoziati di pace per costruire un’Europa sicura e pacifica per tutti.
Mostrare solidarietà al popolo ucraino e alle vittime di tutte le guerre, le violenze, le repressioni e le discriminazioni nel mondo.
LA PACE È LA VITTORIA DI CUI ABBIAMO BISOGNO!”
https://retepacedisarmo.org/europe-for-peace/

LA MAPPA DELLA MOBILITAZIONE PER LA PACE E DELLE INIZIATIVE NON VIOLENTE DI VENERDÌ 24 e SABATO 25 FEBBRAIO
(in continuo aggiornamento) https://www.peacelink.it/pace/a/49367.html

VENERDÌ 24 FEBBRAIO
ORE 24 DEL 23 FEBBRAIO: Partenza da Perugia
ORE 6 DEL 24 FEBBRAIO: Arrivo ad Assisi
MARCIA PERUGIA-ASSISI
Il 24 febbraio 2023 di notte in cammino da Perugia ad Assisi contro tutte le guerre.
“IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE!”
“Il prossimo 24 febbraio entreremo nel secondo anno di guerra in Ucraina
(*) senza che ci sia ancora un serio impegno internazionale per fermarla…
In occasione di questo tragico anniversario, sentiamo il dovere di organizzare una nuova manifestazione per la pace, in solidarietà con le vittime innocenti di questa e di tutte le altre tragiche guerre che continuano a devastare la famiglia umana e il pianeta (**)…
PS: Dopo la “Marcia di Notte” del 24 febbraio, invitiamo tutti a partecipare alla GIORNATA NAZIONALE DELLA CURA DELLA VITA DELLE PERSONE E DEL PIANETA (1 marzo 2023) e alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità “TRASFORMIAMO IL FUTURO” (21 maggio 2023).

(*) Il 24 febbraio è l’anniversario dell’invasione russa dell’Ucraina.
La guerra in quel paese è in realtà iniziata nel 2014 e continua quindi da 9 anni.
(**) Ucraina, Siria, Yemen, Libia, Iraq, Palestina, Etiopia, Somalia, Sudan, Sud Sudan, Kurdistan, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Centrafricana, Camerun, Burkina Faso, Sahel, Mali, Costa d’Avorio, Niger, Nigeria, Costa D’Avorio, Mozambico, Sahara Occidentale, Afghanistan, Colombia,…
LA GUERRA È DAPPERTUTTO E LA FACCIAMO ANCHE CONTRO I POVERI, IL CLIMA, LE DONNE, I RIFUGIATI,…”
http://www.perlapace.it/wp-content/uploads/2023/01/Appello-Marcia-PerugiAssisi-di-notte.pdf

ORE 11 Corte d’Appello di Lione
PRESIDIO: “NO ALL’ESTRADIZIONE DI VINCENZO VECCHI. NO AL 41BIS”
“La Corte di Appello di Lione dovrà decidere se consegnare Vincenzo Vecchi all’Italia dove deve scontare 12 anni per il reato di “devastazione e saccheggio”.
AUTOBUS:
ORE 2 (del mattino) da Milano Corvetto M3
ORE 4 da Chianocco (TO), con rientro in giornata
Per informazioni e prenotazioni:
info@sosteniamovincenzo.org (contributo di 50 euro per chi può)
AUDIO della corrispondenza con una compagna dell’Assemblea milanese di solidarietà con Vincenzo Vecchi:
http://www.ondarossa.info/newsredazione/2023/02/venerdi-24-febbraio-udienza-della-corte

ORE 11 Piazza Cavour, Roma, davanti alla Corte di Cassazione
PRESIDIO IN SOLIDARIETÀ CON ALFREDO COSPITO
Mentre la Cassazione a Roma è chiamata ad esprimersi circa la revoca del 41 bis
La mobilitazione non si ferma. Da oltre 4 mesi Alfredo continua a lottare

https://infernourbano.altervista.org/roma-venerdi-24-febbraio-alle-ore-1100-presidio-in-solidarieta-con-alfredo-cospito/?fbclid=IwAR3ifk1J3vr73lF2E67d4A96LZiofoL8eKh5WbtNnZcpHt7jc_ZR_EtdFQA

Per chi non può andare a Roma:
ORE 11 davanti al Tribunale di Torino, in Corso Vittorio Emanuele 130
https://www.facebook.com/photo?fbid=5753092831407320&set=pcb.5751423718240898

ORE 17.30-20 Aula B2 Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena, 100 – Torino
INCONTRO CON SOULEVEMENTS DE LA TERRE
“In Francia due anni fa è stato lanciato un appello che è risuonato come un’eco per tutto il Paese, si è incominciato a raccogliere le forze di un movimento che dopo la repressione post-pandemica sembrava essersi dissolto. La voce che richiamava all’azione proveniva dalle terre della ZAD (Zone A Défendre) di Notre Dame des Landes, una voce indelebile che ricordava le lotte vinte contro l’aeroporto che voleva essere costruito sopra i terreni agricoli intorno alla città di Nantes…
Da un lato la pandemia, la guerra, l’erosione dei salari, il deperimento di qualsiasi possibile welfare accostato a una repressione violentissima, dall’altro l’urgenza della devastazione climatica e ambientale perpetrata dal capitalismo in tutte le sue sfumature, tra cui quella più cupa della green economy…
Nascono quindi Les
Soulèvements de la Terre, un tentativo concreto di cogliere l’unità nelle lotte, mettendo insieme realtà diverse che, nella loro molteplicità, sono in grado di portare avanti una controparte compatta per annientare un nemico comune.
Contro il capitalismo delle multinazionali del cemento, contro i progetti di greenwashing e gentrificazione, contro l’accaparramento delle terre, diventa necessario inceppare la macchina violenta capitalista con tutti i mezzi necessari…
Il movimento per contrastare queste forme di usurpazione di territori ha chiamato una MANIFESTAZIONE DI PROTESTA CONTRO I MEGA BACINI
CHE SI TERRÀ IL 25 MARZO A SAINT-SOLINE
.
Proprio con l’intento di approfondire questa battaglia verranno a discutere con noi Venerdì 24 Febbraio.
I Soulèvements de la Terre lanciano allo stesso tempo una riflessione strategica su quale avanzamenti, quali prospettive, quali immaginari si possano creare coinvolgendo una biodiversità di realtà: sindacalisti, aziende agricole, collettivi di persone in lotta, collettivi autonomi, gruppi ambientalisti, associazioni di cittadini…”
https://gancio.cisti.org/event/incontro-con-soulevements-de-la-terre
https://www.facebook.com/events/857277872030105/?ref=newsfeed

ORE 20.30-21.30 da Piazza Borgo Dora, a Piazza Palazzo di Città, Torino
“FERMIAMO LA GUERRA IN UCRAINA – TACCIANO LE ARMI E LA MINACCIA NUCLEARE!” FIACCOLATA PER LA PACE
“… Facciamo appello per il cessate il fuoco, il dialogo e i negoziati di pace; per costruire un’Europa di pace per tutti.
Solidarietà al popolo ucraino e alle vittime di tutte le guerre, le violenze, le repressioni e le discriminazioni nel mondo.
Sostegno a tutti coloro che si oppongono alla guerra.
Invitiamo alla diffusione e partecipazione con tante bandiere della pace!”
Nell’ambito della mobilitazione nazionale di Europe for Peace, a Torino il Coordinamento AGiTe insieme a tante altre realtà cittadine.
https://www.facebook.com/events/974753860169362?ref=newsfeed

SABATO 25 FEBBRAIO
ORE 10 presso Nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO

ORE 15 Piazza Castello, Torino
“IN PIAZZA CONTRO LA GUERRA E CHI LA ARMA
NO ALLA GUERRA E AL MILITARISMO!
– Sosteniamo chi si oppone alla guerra in Russia e in Ucraina!
– Apriamo le frontiere ad obiettori e disertori!
– A fianco delle popolazioni ucraine martoriate dalle bombe, dal freddo
, dalla mancanza di medicine, cibo, riparo.
– A fianco delle popolazioni russe sottoposte ad un embargo di cui sono prime vittime i poveri.
– No all’industria bellica. Chiudiamo e riconvertiamo le fabbriche d’armi.
– No alla Città dell’aerospazio! No alla Nato a Torino!
– No all’invio di armi per la guerra.
– No alle missioni militari all’estero.
– No alle spese militari e alla militarizzazione delle nostre città.
DISERTIAMO LA GUERRA!
INTERVENTI, MUSICA, AZIONI PERFORMANTI
CONCERTO DI ALESSIO LEGA
“… Dal febbraio 2022 in Ucraina le frontiere sono chiuse per tutti gli uomini tra i 18 e i 60 anni.
La debole legge sull’obiezione di coscienza in Ucraina è stata sospesa e le 5.000 domande di servizio civile respinte.
In Russia c’è un esodo che si è intensificato negli ultimi mesi.
Dal 28 settembre 2022 anche le frontiere russe sono chiuse per chi non vuole fare la guerra.
Molti altri restano e lottano, nonostante la durissima repressione che colpisce antimilitaristi e pacifisti in entrambi i paesi…
Noi non ci arruoliamo né con la NATO, né con la Russia. Né con Zelensky né con Putin…”
Coordinamento Contro la Guerra e chi la arma e il Coordinamento AGiTe
https://gancio.cisti.org/event/contro-la-guerra-e-chi-la-arma-1
Cinquantaduesimo PRESIDIO per la Pace!
https://www.facebook.com/events/s/no-alla-guerra-e-al-militarism/648635967264648/

ORE 14 Via Lungo Mare Canepa, Ponte Etiopia, Genova
“ABBASSATE LE ARMI, ALZATE I SALARI”
MANIFESTAZIONE NAZIONALE
https://www.facebook.com/1002559709815150/posts/8867955929942116/?flite=scwspnss
Appello:
MOBILITAZIONE A GENOVA CONTRO LA GUERRA E IL TRAFFICO D’ARMI
“Negli anni scorsi, nel porto di Genova, una mobilitazione partita dai lavoratori del porto ha impedito l’imbarco di materiale bellico diretto in Arabia Saudita
e destinato alla guerra in Yemen.
Analoghe manifestazioni a sostegno del blocco del traffico di armi si sono tenute in altri porti europei contro le navi della compagnia saudita Bahri, che rifornisce d’armi e mezzi militari tutto il Medio Oriente…
I lavoratori e gli sfruttati di ogni paese non hanno nulla da guadagnare. La guerra non è soltanto un enorme macello per i popoli ma porta con se anche devastazione sociale, tagli di risorse per il lavoro e per il welfare per sostenere le spese militari
Fermarli però è possibile cominciando dai nostri territori.
Boicottando la guerra cominciando da casa nostra…
Invitiamo tutti e tutte a raccogliere quest’appello.
GUERRA ALLA GUERRA! PACE FRA I POPOLI!”
https://contropiano.org/documenti/2023/01/12/dai-portuali-di-genova-un-appello-alla-mobilitazione-0156099
Disarmisti esigenti: “CALP CALLING
Cosa è il Collettivo autonomo portuali di Genova…
Il network internazionale cui fa capo il CALP: STOP THE WAR COALITION
https://www.stopwar.org.uk/
Il retroterra “tecnico”:
THE WEAPON WATCH (Osservatorio europeo sulle armi nei porti europei e mediterranei)
https://www.weaponwatch.net/
http://www.disarmistiesigenti.org/2023/02/01/calpcalling23/

ORE 15 Piazzale Loreto, Milano – Piazza Roosevelt, Bologna – Piazza San Giovanni, Roma
“PACE TRA GLI OPPRESSI, GUERRA AGLI OPPRESSORI!
CORTEO CONTRO GUERRA, CAROVITA E GOVERNO
25 febbraio 2023 SI Cobas: “MANIFESTAZIONI A MILANO, BOLOGNA E ROMA CONTRO GUERRA, CAROVITA E GOVERNO
http://sicobas.org/2023/02/21/italia-manifestazioni-a-milano-e-bologna-un-anno-di-guerra-pace-tra-gli-oppressi-guerra-agli-oppressori-contro-guerre-carovita-e-governo/

ORE 16.30 Campo San Geremia, sotto la sede Rai, Venezia
PRESIDIO: “CONTRO LA GUERRA NATO-RUSSIA IN UCRAINA
E LA GUERRA DI ISRAELE AI PALESTINESI”
“La guerra tra Nato e Russia in Ucraina è sempre più uno spaventoso scannatoio di carne umana, di proletari ucraini e russi, di soldati e civili. E si sta drammaticamente intensificando con conseguenze incalcolabili.
Il rischio concreto è che si inneschi un conflitto mondiale, con distruzioni ancora più apocalittiche di quelle in corso in Ucraina e in tante altre zone del mondo – a cominciare dalla guerra coloniale che lo stato di Israele conduce da decenni contro le masse oppresse di Palestina, e dalle guerre in corso in Yemen, in tante zone dell’Africa,… che nel loro insieme stanno velocizzando il percorso verso la catastrofe ecologica…”
Comitato permanente contro le guerre e il razzismo e Tendenza internazionalista rivoluzionaria
https://pungolorosso.wordpress.com/2023/02/18/contro-la-guerra-nato-russia-in-ucraina-e-la-guerra-di-israele-ai-palestinesi-venezia-sabato-25-febbraio/

ORE 16.30 Piazza Montesanto, Napoli (Stazione Cumana)
PRESIDIO: “NO GUERRA E SACRIFICI, IL VERO NEMICO È IN CASA NOSTRA”
Rete contro la guerra e il militarismo – Campania
VOLANTINO:

https://www.facebook.com/100066779896499/posts/529712825931376/?flite=scwspnss

ORE 12 BBC Broadcasting House- Portland Place, Londra (GB)
“STOP ALLA GUERRA IN UCRAINA – RITIRO DELLE TRUPPE RUSSE
NO ALL’ESPANSIONE DELLA NATO – NO ALLA GUERRA NUCLEARE
COLLOQUI DI PACE ORA!
MANIFESTAZIONE NAZIONALE
Contatti:
office@stopwar.org.uk
https://www.stopwar.org.uk/events/stop-the-war-in-ukraine-national-demonstration/
https://www.stopwar.org.uk/

DOMENICA 26 FEBBRAIO
ORE 12.30 Presidio NO TAV “Leonard Peltier” San Didero SS25, Località Baraccone
PRANZO IN SOSTEGNO ALLE POPOLAZIONI
COLPITE DAL SISMA IN SIRIA E TURCHIA
ad offerta libera con gnocchi e risotto al Castelmagno (quello originale Dop) e antipasti a scelta
Il ricavato sarà destinato a Un Ponte per e a Mezzaluna Rossa Kurdistan, immediatamente
Iniziativa a cura dei Pintoni Attivi NO TAV
https://fb.me/e/4gM3OU4fO

ORE 14 Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia),
alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
ORE 20 PIZZA BELLAVITA
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

ORE 16 CSA Baraonda, Via Pacinotti, Segrate, Milano
“LA SCELTA”
Presentazione del film sul movimento NO TAV con il regista Carlo Bachschmidt
A seguire dibattito con alcuni ospiti d’eccezione direttamente dalla Valle:
Nicoletta Dosio, Emilio Scalzo, Guido Fissore
che ci racconteranno della situazione attuale della mobilitazione e le prospettive per il proseguo delle lotte.
Con la partecipazione di DIEGO FULCHERI e delle sue foto.
L’ingresso sarà a sottoscrizione libera a sostegno delle spese di produzione del film.
A seguire
:
CENA VEGETARIANA/VEGANA
a prezzi popolari il cui ricavato andrà interamente a sostenere il movimento NO TAV!
Vi invitiamo quindi a rimanere anche per cena e a prenotarvi al seguente indirizzo mail:
csabaraonda1995@gmail.com
Evento di CSA Baraonda
https://www.facebook.com/events/631278752137691?ref=newsfeed

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO
ORE 17.30 in presenza, presso il Centro Gobetti, Via A. Fabro 6 – Torino
– online su piattaforma Google Meet, prenotandosi a
: info@centrogobetti.it
“PACE E COSTITUZIONE. LE COSTITUZIONI PACIFISTE: GERMANIA, GIAPPONE, ITALIA”
Incontro con Mario Losano
“Il tema della pace non può essere racchiuso all’interno dei saperi specialistici ma richiede una visione comprensiva, una ars combinatoria, una riflessione rivolta al futuro.
Con il seminario “Pace e guerra. Teorie e visioni della pace” si intende presentare analisi costruttive e propositive, strumenti utili per innestare una “dialettica” della pace.
La stessa parola pace sfugge alla logica del discorso tecnico-scientifico essendo invece portatrice di una spiritualità aperta
, di un sapere affettivo, di un modus vivendi intransigente ma mite, in definitiva, di uno stare al mondo…”
Evento di Centro Studi Piero Gobetti
https://www.facebook.com/events/866470031125201/?ref=newsfeed
Per il seminario “LA POLITICA PER IL XXI SECOLO”
Ciclo di incontri “PACE E GUERRA. TEORIE E VISIONI DELLA PACE”
PROSSIMI APPUNTAMENTI:
13 marzo:
L’obiezione di coscienza al servizio militare, Pietro Polito
3 aprile:
“Della pace perpetua” di Kant, Massimo Mori
2 maggio:
Il Terzo per la pace, Pier Paolo Portinaro
15 maggio:
Tolstoj: la guerra e la pace, Enrico Peyretti
29 maggio:
L’art. 11 della Costituzione italiana: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”, Alessandra Algostino
12 giugno:
L’Europa per la pace, Lorenzo Vai

ORE 18 Officine CAOS, Casa del Quartiere Vallette, Piazza Eugenio Montale 18/a, Torino
INTRODUZIONE A EXTINCTION REBELLION TORINO
“… Il collasso climatico ed ecologico è ormai davanti agli occhi di tutte/i: siccità, alluvioni, sbalzi termici. La crisi climatica ed ecologica è qui ed ora, ma i governi continuano a parlare e parlare, senza agire con l’urgenza necessaria.
Come possiamo agire insieme per contrastare tutto questo?
In questo incontro parleremo del movimento Extinction Rebellion, spiegandone i metodi e la strategia di azione, le richieste e i principi che vengono portati avanti
, e introdurremo le diverse possibilità con cui si può contribuire e ci si può unire al gruppo locale di Torino (e non solo!).
Durante la serata sarà lasciato spazio al dialogo tra chi sarà presente: non avere paura a portare le tue domande e i tuoi dubbi, cercheremo di riflettere insieme”.
Evento di Extinction Rebellion Italia, Extinction Rebellion Torino e Officine CAOS
https://www.facebook.com/events/s/introduzione-a-extinction-rebe/1232045257711410/

ORE 21 Csoa Gabrio, Via Francesco Millio 42, Torino
RIUNIONE DEL COMITATO DEBITO TORINO
– analizzare l’esito della presentazione del dossier sul debito del Comune di Torino e la risposta all’interpellanza in Consiglio Comunale da parte dell’assessora al bilancio
– decidere comunicazioni e iniziative pubbliche conseguenti alle due iniziative
Comitato DebiTO: https://debitorino.wordpress.com/

MARTEDÌ 28 FEBBRAIO
ORE 19 Nuovo presidio NO TAV”Leonard Peltier”, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA a cura dei Comitati No Tav Bassa Valle
Portate (se potete) qualcosa da mangiare e bere insieme e soprattutto i vostri piatti, posate e bicchieri in modo da non fare troppi rifiuti
A seguire:
ORE 20 SOCIALITÀ NO TAV
Essere in tanti di fronte alla polizia che presidia il NULLA è un bel segnale per fargli capire che
A SARÀ DURA… PER LORO
https://www.facebook.com/Presidio-ex-autoporto-di-San-Didero-106691468062035/events/?ref=page_internal

ORE 21 Mezcal squat, Parco Certosa di Collegno
Chi non è pratico può trovarsi davanti alla Lavanderia a vapore a Collegno in corso Pastrengo 51 alle 21 circa (o alle 20.40 circa in corso in Corso Francia angolo Corso Monte Cucco, lato farmacia)
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

MERCOLEDÌ 1 MARZO
ORE 18.45 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”

GIOVEDÌ 2 MARZO
ORE 9-17.30 Tribunale di Torino, Corso Vittorio Emanuele 2°130, Torino
8a UDIENZA DEL PROCESSO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE
nei confronti di compagni e compagne del Centro Sociale Askatasuna, Spazio Popolare Neruda e Movimento No Tav.
È possibile seguire l’udienza nell’aula 3 nel seminterrato per essere vicini e dare solidarietà agli imputati.
Per seguire i vari passaggi della vicenda leggere gli articoli passati sul sito:
https://associazionearesistere.org/

ORE 21 Manituana, Laboratorio Culturale Autogestito, Largo Maurizio Vitale 113, Torino
“KOBANE”
Un film di Rojava Film Commune, diretto da Özlem Yaşar, prodotto da Diyar Hesso
È il 2014 e l’ISIS, che è all’apice della sua forza e controlla metà della Siria e dell’Iraq, sta avanzando verso la città curda siriana di Kobanê.
Zehra, 32 anni, fa parte delle forze curde femminili.
Insieme ai suoi compagni di lotta, stanno combattendo l’ISIS con tutte le loro forze nelle aree rurali intorno alla città, ma l’ISIS continua ad avanzare con le sue forze brutali.
Quando la guerra raggiunge il centro della città, Dijwar, il comandante a capo di Zehra e delle forze di Kobane, si spaventa e scappa.
Zehra, che aveva già perso molti dei suoi amati compagni, si trova costretta a diventare il comandante in carica e guida la resistenza nella città assediata di Kobanê.
L’avanzata dell’ISIS viene rallentata dall’arrivo di Gelhat, un guerrigliero esperto
, e dei suoi compagni che conoscono bene la guerra urbana…
Gelhat e molti altri cadono martiri, ma Zehra e gli altri non si arrendono e resistono con tutte le loro forze. Quando i membri dell’ISIS perdono il loro spirito e iniziano a disperdersi, Zehra guida la rottura dell’assedio. Inizia la liberazione della città…”
Evento di Manituana – Laboratorio Culturale Autogestito
https://www.facebook.com/events/879345036708860?ref=newsfeed

DA VENERDÌ 3 A DOMENICA 5 MARZO
CSOA Askatasuna, Corso Regina Margherita 47, Torino
“PRIMO WEEKEND DEL FESTIVAL ALTRI MONDI / ALTRI MODI”
per discutere di futuro, modi di sviluppo e utopie concrete
PROGRAMMA:
https://www.facebook.com/csa.murazzi89/posts/pfbid0hFaZgL2Y1hjU2xcjjCpk1CX8L3ceQTwrfj7ayx5hg1JVaVZBknSVHeJYwL7ZW2rGl

VENERDÌ 3 MARZO
ORE 9 Piazza Castello, Torino
SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA
“Torniamo a scuotere il mondo riempiendo le piazze di ogni paese.
Facciamo tremare i responsabili della crisi climatica e la politica che tarda ad agire.
UNISCITI A NOI E SCIOPERA PER LA GIUSTIZIA CLIMATICA
Ci vediamo nelle strade!”
Evento di Fridays For Future Torino
https://www.facebook.com/events/s/sciopero-globale-per-il-clima/755271452606230/
VIDEO Fridays For Future Torino:
“LA SICCITÀ ORMAI FA PARTE DELLA NOSTRA QUOTIDIANITÀ
però le azioni per rimediare a questa emergenza idrica non sono sufficienti!”
https://www.instagram.com/reel/Co78eF2v1Ul/?utm_source=ig_web_copy_link

LA NOSTRA RABBIA È ENERGIA RINNOVABILE”
Anche in Italia, in tutte le città, Fridays For Future chiama una giornata di mobilitazione per la giustizia climatica.
… “Una nuova mobilitazione più che mai necessaria
: la crisi climatica è arrivata nelle nostre città, dobbiamo gridare nelle piazze di tutto il mondo che l’azione per la giustizia climatica non è rimandabile” spiega il movimento nato nel 2019 e divenuto famoso per gli scioperi oceanici organizzati in questi anni.
Nel 2022 in Italia si sono verificati 310 eventi estremi, per la maggior parte siccità, grandinate, trombe d’aria e alluvioni.
Sono morte 29 persone
a causa dei disastri ambientali. Quella del 2022 è stata l’estate più calda della storia europea, che nel sud Italia ha fatto registrare temperature record.
A novembre 2022 la media di CO2 nell’atmosfera si aggirava attorno a 420 ppm
(parti per milione). Solo 10 punti sotto il limite indicato dagli esperti (climatewatchdata.org) per mantenere l’aumento della temperatura globale sotto gli 1.5°C.
Mentre nella maggior parte dei comuni italiani
aumenta il costo dei trasporti pubblici con nuove tariffe record, le compagnie energetiche vantano miliardi in extra-profitti…”
https://fridaysforfutureitalia.it/sciopero-globale-per-il-clima-il-3-marzo-la-nostra-rabbia-e-energia-rinnovabile/

ORE 14 webinar:
OBIEZIONE DI COSCIENZA IN TEMPO DI GUERRA:
RUSSIA, BIELORUSSIA E UCRAINA”
Registratevi per ottenere il link per collegarvi
https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZUvf–rqjgsGNfK0uxmb_Yl9JYsRpNqviI0
Partecipano:
Elena Popovka (Movement of Conscientious Objectors, Russia)
Olga Karatch (Our House, Belarus)
Yurii Sheliazhenko (Ukrainian Pacifist
Movement, Ukraine)
Questo evento è organizzato dall’International Fellowship of Reconciliation – IFOR, War Resisters’ International, in collaborazione con Connection e.V. e si svolge in occasione della 52a sessione del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra.
L’IFOR mette a disposizione il servizio di interpretariato per gruppi che lo richiedano.
https://fb.me/e/68TGyG25j

LUNEDÌ 6 MARZO
ORE 20.30 Fabbrica delle E, Corso Trapani 91/b, Torino
“ALL’ARMI SON FASCISTI! TORINO DEVE REAGIRE”
Per costruire una iniziativa politica e culturale di lungo periodo contro il fascismo e i suoi interpreti.
“… La presidente del Consiglio e il suo partito sono gli eredi diretti del fascismo di ieri anche per ulteriori, altrettanto decisive, ragioni.
In particolare per il blocco sociale ed economico di cui sono espressione e per le politiche che praticano: il respingimento dei poveri dalla pelle scura, una scuola del merito che giudica ed esclude, lo smantellamento della sanità pubblica, le mani libere di chi vuole fare i propri affari, un fisco profondamente iniquo, il prevalere del privato sul pubblico, lo stravolgimento della Costituzione in senso presidenzialista, la secessione dei ricchi con l’autonomia differenziata, l’ulteriore precarizzazione del lavoro, il nazionalismo e l’aumento delle spese militari, la contrazione dei diritti delle donne e dei “diversi”…
A fronte di ciò non possiamo comportarci come se fossimo di fronte a una semplice alternanza di governo. Dobbiamo reagire…
Uno spazio di intervento esiste.
Per questo abbiamo deciso di muoverci e di rivolgere un appello alle associazioni e alle organizzazioni democratiche cittadine
, ai movimenti che operano in difesa di diritti, libertà e ambiente, alle donne e agli uomini, giovani e meno giovani, per i quali la Resistenza e la Costituzione sono i punti di riferimento da cui partire per cambiare rotta e per uscire dalla crisi che sta vivendo il nostro Paese…”
Torino, 9 febbraio 2023 Appello di: Gastone Cottino, Maria Chiara Acciarini, Alessandra Algostino, Amedeo Cottino, Livio Pepino, Marco Revelli
https://volerelaluna.it/allarmi-son-fascisti/2023/02/10/allarmi-son-fascisti-torino-deve-reagire/
Per aderire all’appello All’armi son fascisti! Torino deve reagire:
https://forms.gle/bPCh8i9bTLhawhc19

LUNEDÌ 13 MARZO
ORE 21.15 Cinema Baretti, Via Baretti 4, Torino
“LA SCELTA”
Proiezione del film di Carlo Bachschmidt che sarà presente in sala
“Che cosa vogliono i No Tav?
Fermare la costruzione dell’opera non sembra esaurire il senso della loro scelta.
La lotta, i processi, il carcere, la guerra,
le scelte individuali sono occasioni di cui dispongono nel tentativo di dare dignità alla loro vita…”
https://www.cineteatrobaretti.it/cinema/prossimamente/
Possibile acquistare il biglietto su:
https://www.anyticket.it/anyticketprod/Web/SchedaEvento.aspx?partner=BATO

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/
https://serenoregis.org/appuntamenti/
https://anppia.it/

Suggerimenti



AGGIORNAMENTI E RASSEGNA STAMPA

Ecco infine gli aggiornamenti su eventi delle settimane trascorse:
AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA 23 febbraio 23 (il pdf apre in nuova scheda).

La rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo che va dal 15 al 22 febbraio 2023, scaricabile in formato pdf da questo link: ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG E QUOTIDIANI 23 febbraio 23 (il pdf apre in nuova scheda).

In chiusura, la pubblicazione di appelli e petizioni nazionali e internazionali, scaricabile in formato pdf da questo link:  APPELLI E PETIZIONI 23 febbraio 23 (il pdf apre in nuova scheda).

Con la fine dello stato di emergenza, il 31 marzo 2022, e la diminuzione graduale delle restrizioni sul green pass, abbiamo sospeso la pubblicazione delle “Misure anticovid, dibattito e opposizione”, augurandoci che non vengano nuovamente imposte. L’ampia documentazione prodotta finora può essere reperita nelle precedenti newsletter.

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 16 febbraio 2023; il pdf apre in nuova scheda).

 

Suggerimenti


Trancemedia.eu – LA TRANCE DI RITORNO ALLA REALTÀ
sperimenta contenuti transmedia di realtà,
ricerca nuovi approcci editoriali e culturali nel secolo
che vede crollare i paradigmi della modernità passata.
Ambiente, territori, energia, democrazia, debito,
con le relative collisioni, sono temi ricorrenti
della nostra attività editoriale partecipata online.


© Copyright 2015-2024 by Fert Rights srl. Tutti i diritti riservati. CCIAA Torino 08184530015