SI Cobas, Alfredo Cospito, NO TAV

SCRIVIAMO A STEFANO!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO È STATO ARRESTATO IL NO TAV STEFANO MANGIONE e portato nel carcere delle Vallette, condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna pisana NO TAV, Marta Camposano.
A OTTOBRE STEFANO È STATO TRASFERITO NEL CARCERE DI CUNEO, struttura detentiva ignobile al cui interno è presente anche una sezione destinata al regime di 41bis.
Non facciamolo sentire solo, continuiamo a scrivergli e a fargli sentire la nostra vicinanza e solidarietà!
PER SCRIVERE A STEFANO
MANGIONE:
Casa Circondariale di Cuneo
Via Roncata, 75 – 12100 Cuneo
https://www.facebook.com/100063995045494/posts/pfbid0et83tLPLkikaX4YEvhMKKGo64yiEuiP4bbQHv4ZsPREG753TZGLrudwBb1yK2BKZl/

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino-Lione.
92a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NO TAV.)
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info

GIOVEDÌ 26 GENNAIO
ORE 11.30 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”

ORE 10.30 Iveco Cancelli, Strada Settimo 323, Torino
PRESIDIO SI COBAS E LAVORATRICI E LAVORATORI MERIDIANA
con conferenza stampa
“… Dopo otto mesi dall’avvio della procedura di licenziamento collettivo delle lavoratrici e dei lavoratori Meridiana, a seguito di incontri tra le parti (con la mediazione della Regione Piemonte), si conferma la realtà dei fatti: il lavoro c’è, forse è anche cresciuto… ma spostandosi di poche centinaia di metri nel polo logistico che Iveco ha recentemente aperto a San Mauro.
Anche grazie alle proteste delle lavoratrici e dei lavoratori, tali licenziamenti sono stati continuamente protratti e ridotti (da 40 a 15 operai):
mentre l’attività aziendale è proceduta, nonostante lo spostamento della lavorazione di volumi diversificati nel nuovo polo logistico.
Perciò, il sindacato ha richiesto a più riprese sia l’annullamento della procedura di licenziamento, sia l’assunzione delle lavoratrici e dei lavoratori (molti di loro in servizio da 20 anni) nel polo di San Mauro.
Anche a seguito del presidio alla prefettura di Torino del 26 maggio scorso, Iveco ha dato la disponibilità a considerare la candidatura per l’assunzione a tempo indeterminato delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti dalla procedura di licenziamento.
Ad oggi, nonostante le nostre richieste e la formale disponibilità di Iveco, nessuna di queste assunzioni è stata realizzata: nonostante l’azienda stia assumendo nuovo personale a tempo indeterminato nel polo di San Mauro (vedi articoli di La Stampa del 2/1/2023 e La Repubblica del 22/12/2022).
Quindi, il sindacato ha richiesto un incontro urgente in prefettura con la presenza di Iveco per aggiornare la situazione…”
https://www.facebook.com/100063454848255/posts/pfbid02pqnhCMoAmoJGTV3bacf8wEHi1WnenafL4y4ZtaXiBFyZsFJyuSmWew2wiHzD82DKl/?app=fbl

ORE 12 Palazzo Nuovo, Via Sant Ottavio 20, Torino
MICROFONO APERTO: Interventi di Studenti, Avvocati e dell’Assemblea permanente contro 41bis ed ergastolo ostativo
ORE 15.30 LETTURE SONORIZZATE: TESTIMONIANZE DAL #41BIS
ORE 18 ASSEMBLEA PUBBLICA CONTRO 41BIS ED ERGASTOLO OSTATIVO
La vita non ha senso in questa tomba per vivi
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5657103997672871&set=a.1621208357929142
https://gancio.cisti.org/event/palazzo-nuovo-contro-41bis-e-ergastolo-ostativo

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
radioblackout.org/shows/radionotav/

DA VENERDÌ 27 A DOMENICA 29 GENNAIO
Lavatoio Occupato, Corso Brin 21, Torino
“FESTIVAL RADICI”
“Il Festival Radici è una tre giorni di incontri di autoproduzione artistica quale forma di espressione politica attiva. Saranno tre giorni di laboratori, discussioni, presentazioni, performance e altro…
Il Festival Radici sarà una delle tante occasioni per conoscere e attraversare gli spazi e le reti di persone che li supportano; sarà un momento per festeggiare e divertirsi.
Sarà anche un momento stimolante e creativo per informarsi e confrontarsi collettivamente su alcune delle gabbie che costituiscono la società in cui viviamo: dalle gabbie del genere le cui sbarre sono costituite da una cultura sessista e transfobica, alle grosse mura dei centri di detenzione come il carcere e i CPR, con la volontà di continuare a sgretolare il muro di silenzio che ingabbia chi vive la detenzione.
Questi gli argomenti a cui si è scelto di dare spazio nel contesto del festival per ampliare il dibattito…”
PROGRAMMA: https://fb.me/e/6NYN3V9dm

VENERDÌ 27 GENNAIO
ORE 16 presso Comala, Corso Ferrucci 65, Torino
ASSEMBLEA FRIDAYS FOR FUTURE TORINO
Per incominciare a preparare il prossimo SCIOPERO GLOBALE per il clima del 3 MARZO 2023
https://www.facebook.com/fffitalia/posts/pfbid0tXBpyJNFkz6HSeVBgFGNEwB7AAL1GQCHAqVp3QyKpcT6kERYPncZ138ja5RdSp52l
VEDI AGGIORNAMENTI: https://www.facebook.com/F4Fturin

ORE 17-20 main hall Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena, 100 – Torino
“GUERRA, RIVOLUZIONI E CLASSI”
Dibattito e discussione con Maurizio Lazzarato a partire dalla presentazione dei suoi libri:
“Guerra o rivoluzione. Perché la pace non è un’alternativa” (Derive Approdi 2022) e
“L’intollerabile presente, l’urgenza della rivoluzione. Classi e minoranze” (Ombre Corte 2022)
“… Urgenza e necessità derivanti dalla sensazione che allo scoppio della guerra in Ucraina tutte/i ci siamo fatte/i prendere alla sprovvista.
Nelle condizioni privilegiate del nord del mondo ci siamo scordate/i di come la guerra sia elemento centrale e costitutivo del rapporto tra Stato e Capitale
e, nonostante la crisi climatica e il deterioramento della biosfera fossero lì a dimostrarcelo, abbiamo perso contezza del nesso che lega produzione e distruzione…
Crediamo che sia quindi necessaria una riflessione rivoluzionaria sulla guerra.
Una riflessione che eviti ogni forma di campismo geopolitico o di ingenuo pacifismo
per elaborare un pensiero strategico volto a sovvertire “l’intollerabilità del presente”.
Un presente che si riproduce grazie alla violenza delle guerre portate avanti ai danni della biosfera, individui razzializzati, donne e sfruttati”.
https://gancio.cisti.org/event/guerra-rivoluzioni-e-classi-dibattito-e-discussione-con-maurizio-lazzarato

ORE 18.30 Caza Feu, Via Fontan 12, Bussoleno
APERITIVO VEGANO
ORE 20 “THE ANIMAL PEOPLE

Proiezione di un documentario che racconta la storia di una delle più grandi campagne di lotta contro la tortura della sperimentazione animale.
“… La campagna SHAC (Stop Huntingdon Animal Cruelty) ha avuto origine nel 1999 in Gran Bretagna, dopo anni di lotte che avevano portato a chiudere, l’uno dopo l’altro, gran parte degli allevamenti di animali per la vivisezione sotto la pressione del movimento per la liberazione animale.
Lo scopo era quello di chiudere la più grande multinazionale europea di sperimentazione animale su contratto: Huntingdon Life Science.
Dopo pochi anni, quella che era iniziata come una campagna nazionale
diventò una campagna globale, con attivisti/e in decine di paesi in tutto il mondo impegnati/e nelle proteste…”
Ospite della serata Gerrah Selby, storica attivista della campagna SHAC UK
https://bachecavalsusa.noblogs.org/post/2023/01/18/venerdi-27-gennaio-ore-20-proiezione-the-animal-people-a-caza-feu/

SABATO 28 GENNAIO
ORE 10 presso Nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO

ORE 11 Piazza Carignano, Torino
“ABOLIAMO LA GUERRA!”
48° PRESIDIO
“Facciamo sentire la voce della maggioranza delle persone che è per la pace e non vuole la guerra.
La guerra è distruzione di ogni forma di vita.
Esprimiamo tutta la nostra solidarietà per le vittime della guerra.
Condanniamo le violenze e gli stupri sulle donne…
Sosteniamo tutte le iniziative di resistenza non violenta alla guerra…
. Condanniamo l’aggressione della Russia di Putin all’Ucraina
. Fermiamo la corsa al riarmo
. Chiediamo con forza un urgente negoziato diplomatico
. Sì al cessate il fuoco immediato e al ritiro dei soldati occupanti dall’Ucraina…
*Firma anche tu contro l’aumento delle spese militari
https://secure.avaaz.org/…/governo_italiano_e…/
Evento di AGITE Piemonte, Un Ponte Per – Comitato di Torino e altri 5
https://www.facebook.com/events/1623688848076460/?ref=newsfeed

ORE 12 al presidio NO TAV di Venaus
PRANZO CONDIVISO CON LA POLENTA NO TAV
ORE 14
“ULTIMO SALUTO NO TAV A FULVIO”
“Il funerale si terrà in forma civile al Presidio di Venaus, saluteremo tutte e tutti insieme il nostro Fulvio per poi accompagnarlo al Tempio crematorio di Piscina.
Siamo sicuri che, ad accompagnarlo nel suo ultimo viaggio, avrebbe desiderato tante bandiere con il treno crociato, simbolo della nostra lotta e di tante battaglie combattute insieme. Non deludiamolo!”
https://www.notav.info/post/ultimo-saluto-no-tav-a-fulvio/

ORE 18 Villarodin-Bourget (Savoia) presso la Salle Communale du Bourget
“RIVOLTE DELLA TERRA: CHE COS’È?
A seguire, PRANZO CONDIVISO e forse un concerto
https://vamaurienne.ovh/les-soulevements-de-la-terre-a-villarodin-bourget/

18 marzo 2022 Socialter
“RIVOLTE DELLA TERRA: ABBANDONARE UN’ECOLOGIA FUORI DAL TERRITORIO
di Isma Le Dantec
… Di fronte alla disperazione causata dalla situazione climatica osservata su scala globale,
le Rivolte della Terra scommettono su un effetto valanga, grazie ad azioni concrete e territoriali, legate da una questione comune: quella della terra che viene maltrattata, ricoperta di cemento, monopolizzata e assetata. E che, improvvisamente, si alza.
Un giovane che indossa un costume da lumaca si arrampica sui cilindri intrecciati.
Blu, nero, rosso, giallo, verde: l’orizzonte delle Olimpiadi del 2024 adorna la piazza del Municipio di Parigi.
A pochi metri sotto i piedi dell’arrampicatore, vengono accatastate balle di fieno che servono da piattaforma per i discorsi dei punti cardinali dell’Ile-de-France.
Il Triangolo di Gonesse a nord, l’altopiano di Saclay a sud, Châtres a est e Thoiry a ovest: le fertili terre dei quattro angoli della regione sono inesorabilmente ricoperte di cemento strisciante. Inesorabilmente? Finché la terra non si solleva.
Ed è proprio questo che accomuna questi attivisti, agricoltori e cittadini, uniti sotto la bandiera delle
“Rivolte della Terra” che da quasi un anno attraversano il Paese…”
https://www.socialter.fr/article/les-soulevements-de-la-terre-sortir-d-une-ecologie-hors-sol

ORE 18.30 al CAP in Via Albertazzi 3r, Genova
ASSEMBLEA PUBBLICA PER UNA MOBILITAZIONE A GENOVA
PER IL 25 FEBBRAIO
CONTRO LA GUERRA E IL TRAFFICO D’ARMI
Appello:
“Negli anni scorsi, nel porto di Genova, una mobilitazione partita dai lavoratori del porto ha impedito l’imbarco di materiale bellico diretto in Arabia Saudita e destinato alla guerra in Yemen.
Analoghe manifestazioni a sostegno del blocco del traffico di armi si sono tenute in altri porti europei contro le navi della compagnia saudita Bahri, che rifornisce d’armi e mezzi militari tutto il Medio Oriente…
Sono conflitti sanguinosi che mietono vittime giornalmente, devastano territori, alimentano la crisi climatica e ambientale, spingono migliaia di persone ad abbandonare i loro paesi per emigrare.
Oggi siamo a un anno dall’inizio della guerra tra Russia e NATO
per procura in Ucraina, guerra che non accenna a trovare una soluzione…
I lavoratori e gli sfruttati di ogni paese non hanno nulla da guadagnare. La guerra non è soltanto un enorme macello per i popoli ma porta con sé anche devastazione sociale, tagli di risorse per il lavoro e per il welfare per sostenere le spese militari…
Fermarli però è possibile cominciando dai nostri territori.
Boicottando la guerra cominciando da casa nostra.
Chiediamo a tutti i lavoratori e lavoratrici, ai cittadini e alle cittadine, ai sindacati, alle organizzazioni sociali, collettivi, centri sociali, alle forze politiche di sostenere questa giornata
; un’occasione di lotta contro la guerra e per la pace tra i popoli e tra gli oppressi.
Invitiamo tutti e tutte a raccogliere quest’appello.
GUERRA ALLA GUERRA! PACE FRA I POPOLI!”
https://contropiano.org/documenti/2023/01/12/dai-portuali-di-genova-un-appello-alla-mobilitazione-0156099

ORE 20.45 Salone Don Bunino, Piazza Cavour 2, Bussoleno (di fronte alla chiesa)
“PRENDIAMOCI CURA DELLA CASA COMUNE”
Presentazione del libro del Gruppo Cattolici per la Vita della Valle, edizione EMI
in collaborazione con il Valsusa Liberfest
Intervengono:
– Marco Dotti
, direttore editoriale EMI
– Paolo Lambruschi, giornalista di Avvenire
– Beppe Rovera, già giornalista Rai
modera Giorgio Brezzo, redattore de La Valsusa
“… È l’enciclica Laudato si’ che ha ispirato la stesura di questo libro.
È possibile un confronto tra quanto chiede l’enciclica e gli impatti sull’ambiente
, in senso ampio, legati alle grandi opere?
Cosa significa per noi, ora, “ecologia integrale”?…
All’interno del Movimento No Tav si è costituito un gruppo di cattolici che, unendo preghiera, riflessione e azione,
ha deciso di dare concretezza a un’idea forte di ecologia integrale attraverso il confronto tra l’enciclica Laudato si’ e gli impatti sull’ambiente legati alla linea ferroviaria Torino-Lione.
Citando i documenti ufficiali e le parole dei politici, riferendo i dati riportati negli anni dai giornali, e attraverso un confronto continuo con il Magistero della Chiesa,
ecologia, salute, economia e politica vengono ricondotte al centro del dibattito in una forma inedita e illuminante”.
http://cattoliciperlavitadellavalle.blogspot.com/2023/01/presentazione-del-libro-prendiamoci.html

DOMENICA 29 GENNAIO
ORE 10-16.30 Liceo ginnasio Torquato Tasso, Via Sicilia, 168 – Roma
Si può seguire su FB
https://www.facebook.com/ControOgniAutonomiaDifferenziata
o su Youtube http://youtube.com/channel/UCOsA00l7-8V-5sbtB5r4HHA
“ASSEMBLEA NAZIONALE CONTRO OGNI AUTONOMIA DIFFERENZIATA”
STOP ALLA BOZZA CALDEROLI
STOP AL REGIONALISMO DIFFERENZIATO E ALLE PRIVATIZZAZIONI
Introdurranno i lavori:
Gaetano Azzariti
– Professore ordinario di Diritto Costituzionale – Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza
Adriano Giannola – Presidente Svimez – Associazione per lo Sviluppo dell’Industria nel Mezzogiorno
Paolo Liberati – Professore Ordinario di Scienza delle Finanze – Università degli Studi Roma Tre
Interventi e dibattito
Coordina Marina Boscaino
Per aderire e/o intervenire scrivere a comitatinoad@gmail.com
Evento di Contro ogni Autonomia Differenziata
https://www.facebook.com/events/1371759660247209/?ref=newsfeed

ORE 12 Polivalente di San Didero
PRANZO CONDIVISO
a cura di “agnolotti per tutti i gusti”, benefit Cassa di resistenza
A seguire:
PRESENTAZIONE PUBBLICA DEL MOVIMENTO FRANCESE IN RIVOLTA PER LA TERRA
“… Solo un cambiamento radicale – una sollevazione – potrebbe permettere di bloccare il riscaldamento globale e la sesta estinzione di massa che è già in corso”.
È con queste parole che si presentano i Sollevamenti della terra, una rete di attiviste/i francesi che sta dando filo da torcere al governo da ormai due anni, prendendo di mira in particolare l’agroindustria e i grandi progetti che consumano suolo.
Il movimento funziona mettendo in comune energie e risorse in campagne tematiche semestrali
in cui da tutta la Francia e oltre ci si coordina per fare massa critica e dare manforte alle resistenze locali.
I Sollevamenti della terra sono un esperimento nuovo all’interno del movimento ecologista francese che sta riuscendo a mettere insieme la “generazione Greta” e i mille comitati che si battono contro la distruzione dell’ecosistema.
Ci hanno chiesto di venire a vedere cosa succedeva al di là delle Alpi e abbiamo deciso di invitarli in valle per un momento di scambio assieme anche agli amici della Maurienne in lotta
contro il mostro del TAV.
Come i no tav sanno bene, resistenza climatica, territoriale e contadina s’intrecciano: “tra la fine del mondo e la fine del LORO mondo non c’è alternativa!”
ORE 19 alla Credenza di Bussoleno
APERICENA À LA FRANÇAISE
proiezione di “CARTOLINE DALLA ZAD
Per info e prenotazioni: notav.info@gmail.com – Maurizio 334 865 51 20 / Mimmo 347 278 28 14
https://www.notav.info/post/29-01-caravanes-des-soulevements-presentazione-pubblica-del-movimento-francese-in-rivolta-per-la-terra/

ORE 14 Barocchio Squat, Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia), alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
ORE 20 PIZZA BELLAVITA
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

LUNEDÌ 30 GENNAIO
ORE 21 al CSOA Gabrio, Via Millio 42, Torino
“I DERIVATI DEL COMUNE DI TORINO:
COME USCIRE DALLA TRAPPOLA DEL DEBITO”
2° incontro per valutare il lavoro compiuto sinora:
– Dossier su Debito Euribor e Derivati del Comune di Torino
– Proposta di Logo
– Bozza di Comunicato
– Delegazione per incontro con il Sindaco della Città
e per decidere tempi e modi delle prossime iniziative: sollecitare la risposta alla nostra Interpellanza del Cittadino,
data e luogo della conferenza stampa di presentazione del dossier, convegno in presenza e virtuale sul dossier, iniziative sul territorio.
https://www.facebook.com/attac.torino

DA MARTEDÌ 31 GENNAIO A MARTEDÌ 21 FEBBRAIO
(TUTTI I MARTEDÌ)
ORE 19 Caza Feu, Via Fontan 12, Bussoleno
APERITIVO
ORE 20 CINEFORUM: “TRADIZIONE VS MODERNITA”
“La biblioteca di Caza Feu è lieta di presentare la sua prima rassegna cinematografica. Partiremo da un tema che ci è caro: il conflitto tra tradizione e modernità.
Un confronto aspro tra i passati, le identità, i saperi, che sono patrimonio e fardello dei luoghi che li hanno prodotti, e il tentativo di custodirli, il loro recupero
, svendita o rifiuto all’interno di società che ne hanno smarrito il senso…
Per l’occasione apriremo la biblioteca dalle ore 17…”
https://bachecavalsusa.noblogs.org/post/2023/01/23/31-gennaio-21-febbraio-cineforum-tradizione-vs-modernita/

MARTEDÌ 31 GENNAIO
ORE 19 al nuovo presidio NO TAV”Leonard Peltier”, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA a cura dei Comitati No Tav Bassa Valle
Portate (se potete) qualcosa da mangiare e bere insieme e soprattutto i vostri piatti, posate e bicchieri in modo da non fare troppi rifiuti.
A seguire:
ORE 20 SOCIALITÀ NO TAV
Essere in tanti di fronte alla polizia che presidia il NULLA è un bel segnale per fargli capire che
A SARÀ DURA… PER LORO
https://www.facebook.com/Presidio-ex-autoporto-di-San-Didero-106691468062035/events/?ref=page_internal

ORE 21 presso CUB, Corso Marconi 34, 2° piano, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.
https://gancio.cisti.org/event/riunione-settimanale-dellassemblea-no-tav-di-torino-and-cintura-1

MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO
ORE 18.45 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”

ORE 20.45 presso il Circolo Arci La Cricca, Via Giulio Carlo Ignazio 25, Torino
“LA SITUAZIONE A CUBA”
Incontro con Gioia Minuti, Direttrice del Granma italiano di Cuba
https://www.facebook.com/LaCriccaCircoloArci

GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO
ORE 9-13.30 Tribunale di Torino, Corso Vittorio Emanuele 2°130, Torino
5a UDIENZA PROCESSO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE
nei confronti di compagni e compagne del Centro Sociale Askatasuna, Spazio Popolare Neruda e Movimento No Tav.
È possibile seguire l’udienza nell’aula 3 del seminterrato per essere vicini e dare solidarietà agli imputati.
Per seguire i vari passaggi della vicenda leggere gli articoli passati sul sito:
https://associazionearesistere.org/
VEDERE ARTICOLI QUOTIDIANI IN RASSEGNA STAMPA

VENERDÌ 3 FEBBRAIO
ORE 21 alla Fabbrica delle E, Corso Trapani 91/b, Torino
link Zoom per partecipare online:
https://us02web.zoom.us/j/89734217242?pwd=QXZHQ3ZjRkN2L2wvcGQycS9oaW5VQT09
Diretta facebook: https://www.facebook.com/AcquaPubblicaTorino/
“LIBERTÀ È STARE ZITTI/E?”
ASSEMBLEA PUBBLICA
Partecipano:
Prof. Alessandra Algostino
, Università di Torino
Avv. Valentina Sandroni, Libera
Nicoletta Dosio, NO TAV
Modera: Maurizio Pagliassotti, giornalista

Di fronte alle manifestazioni del dissenso che in vari ambiti si verificano, è sempre più frequente la reazione repressiva da parte dei poteri dello Stato, sia con gli strumenti della forza, sia con mezzi più “morbidi” ma sempre tesi a zittire e criminalizzare le voci fuori dal coro.
Come reagire a questa palese violazione dei principi garantiti dalla nostra Costituzione?…
Come si concilia con l’effetto intimidatorio delle nuove forme di repressione dato da multe, querele, risarcimenti da decine di migliaia di euro, fino ad arrivare a Daspo e arresti per il solo fatto di avere presenziato a una manifestazione?
C’è chiaramente una scala nella gravità della risposta repressiva,
ma è possibile identificare una matrice comune nei provvedimenti di natura pecuniaria e in quelli di natura penale?…
A promuovere l’iniziativa, numerose realtà del territorio:
Acmos, Acqua Pubblica Torino, Askatasuna, Attac Torino, Extinction Rebellion, Fridays For Future, Incursioni Saporite, Mamme in Piazza, Movimento NoTav, Ultima Generazione”.
ORE 19.30 L’INCONTRO SARÀ PRECEDUTO DA UN GUSTOSO APERICENA
https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/articoli/1715-liberta-e-stare-zitti-e-torino-3-febbraio-2023-alla-fabbrica-delle-e-corso-trapani-91-b

SABATO 4 FEBBRAIO
ORE 17 El Paso Occupato, Via Passo Buole 47, Torino
“DONNA VITA LIBERTA’: JIN JÎYAN AZADÎ
LA LOTTA RIVOLUZIONARIA DAL KURDISTAN ALL’IRAN
Testimonianze, riflessioni, racconti dalle rivolte in Iran, Iraq, Kurdistan…
INTERVENTI:
– KJAR (Società delle Donne Libere del Kurdistan Orientale)
– Defend Kurdistan
DIBATTITO
A seguire:
APERICENA VEGANA
con proiezione di filmati amatoriali
“DAL KURDISTAN ALL’AFGHANISTAN PASSANDO PER L’IRAN
I FUOCHI DELLA RIVOLUZIONE DIVAMPANO

ORE 23.30 SUONANO SUL PALCO PASICO:
YALDA AMBIENT INDUSTRIAL NOISE da Genova

https://gancio.cisti.org/event/donna-vita-liberta

SABATO 11 FEBBRAIO
ORE 14.30 Piazza Esquilino, Roma
MANIFESTAZIONE NAZIONALE
“IL TEMPO È ARRIVATO, LIBERTÀ PER OCALAN! PACE IN KURDISTAN!”
“Tra il 2013 e il 2015, 10 milioni e 300 mila persone nel mondo hanno sottoscritto un appello internazionale che chiedeva la libertà per Abdullah Öcalan, rapito da un complotto internazionale il 15 febbraio 1999, e per i prigionieri politici in Turchia.
Da oltre 24 anni Öcalan è segregato nel carcere di massima sicurezza di Imrali…
Davanti alle rivendicazioni di autonomia democratica avanzate dalle municipalità curde del sud-est della Turchia, il governo turco ha avviato una massiccia offensiva militare
che ha posto sotto assedio intere città curde attraverso lunghi coprifuoco, che hanno provocato lo sfollamento di centinaia di migliaia di persone e centinaia di vittime civili, decretando così la fine del processo di pace…
Nel frattempo i popoli del nord-est della Siria, ispirati dal pensiero di Öcalan, attraverso le loro istituzioni democratiche di autogoverno e della società civile hanno trasformato la loro terra in un grande bastione di coesistenza pacifica e di democrazia – a dispetto dei costanti e continui attacchi militari dell’esercito turco e delle bande jihadiste affiliate, che minacciano di invadere Kobane, la città che per prima ha sconfitto l’ISIS…
Ad oggi da quasi due anni non ci sono notizie sullo stato di salute di Ocalan
, fatta eccezione per una breve conversazione telefonica con suo fratello avvenuta nel 2021…
La liberazione di Abdullah Ocalan è una condizione indispensabile per l’inizio di un nuovo processo di pace che metta fine alla guerra che da troppo tempo infuria in Kurdistan, la cui fine accenderebbe una luce sulla possibilità di estendere la pace in tutta la regione e in tutto il Medio Oriente…”
Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia
Per adesioni: info@retekurdistan.it; info.uikionlus@gmail.com
https://www.infoaut.org/conflitti-globali/il-tempo-e-arrivato-liberta-per-ocalan-pace-in-kurdistan-manifestazione-nazionale-a-roma

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito:
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

Trancemedia.eu – LA TRANCE DI RITORNO ALLA REALTÀ
sperimenta contenuti transmedia di realtà,
ricerca nuovi approcci editoriali e culturali nel secolo
che vede crollare i paradigmi della modernità passata.
Ambiente, territori, energia, democrazia, debito,
con le relative collisioni, sono temi ricorrenti
della nostra attività editoriale partecipata online.


© Copyright 2015-2024 by Fert Rights srl. Tutti i diritti riservati. CCIAA Torino 08184530015