LA CURA IN CINA

Xi Jinping – Costruire una Bella Cina: promuovere l’Armonia tra Umanità e Natura

Metodi, criteri e contenuti
di protezione ecologica e ambientale
nella Cina della nuova era.
Da Qiushi, organo del comitato centrale
dei comunisti cinesi, un discorso guida
da "copiare" ovunque, anche nel PNRR.

Xi Jinping

I prossimi cinque anni saranno cruciali per la costruzione di una Bella Cina. Dovremmo attuare a fondo il pensiero di promuovere il progresso ecologico con caratteristiche cinesi per una nuova era, aderire all’approccio incentrato sulle persone e sostenere e agire secondo il principio che le acque trasparenti e le montagne rigogliose sono beni inestimabili. Nel nostro sforzo di costruire un grande Paese e di far progredire il ringiovanimento nazionale, daremo priorità all’Iniziativa Bella Cina per compiere notevoli progressi in questo senso, e lavoreremo per migliorare sostanzialmente l’ambiente di vita urbano e rurale. Questo ci permetterà di sostenere uno sviluppo di alta qualità con un ambiente di alta qualità.

In primo luogo, dobbiamo intensificare la lotta contro l’inquinamento

Dobbiamo continuare a controllare l’inquinamento in modo legale, mirato e scientifico, e mantenere l’intensità dei nostri sforzi, approfondendo e ampliando la prevenzione e il controllo dell’inquinamento ambientale e migliorando la qualità dell’ambiente.

L’iniziativa Cieli Blu

L’iniziativa Cieli Blu è una priorità nella lotta all’inquinamento.
Concentrandoci su aree chiave, tra cui la regione di Pechino-Tianjin-Hebei e le aree circostanti, il delta del fiume Yangtze e l’area della pianura del fiume Fenhe-Weihe, ottimizzeremo la struttura industriale, il mix energetico e la composizione del settore dei trasporti, cercheremo di creare una sinergia tra la riduzione delle emissioni di inquinanti come i composti organici volatili e gli ossidi di azoto e ridurremo ulteriormente la concentrazione di particolato fine. Rafforzeremo gli sforzi per affrontare l’inquinamento alla fonte, utilizzeremo energia pulita e riscaldamento centralizzato come alternative in base alle condizioni locali e controlleremo ulteriormente l’inquinamento derivante dal carbone sfuso, dalle caldaie a carbone e dai forni industriali. Promuoveremo la trasformazione di standard elevati delle industrie dell’acciaio, del calcestruzzo e del coke per ottenere emissioni estremamente basse e continueremo a ridurre lo scarico di sostanze inquinanti nelle industrie chiave. Ci impegneremo a realizzare uno spostamento del trasporto merci dalle autostrade alle ferrovie e alle vie navigabili, aumentando così la percentuale di trasporto ferroviario e fluviale al fine di ridurre il consumo di energia e l’inquinamento derivante dai trasporti. Faremo grandi sforzi per rispondere alle preoccupazioni delle persone risolvendo efficacemente i loro problemi e difficoltà quotidiane come il rumore, i fumi di cucina e la puzza. Rafforzeremo la prevenzione e il controllo coordinati dell’inquinamento in tutte le regioni e adotteremo misure globali per accelerare l’eliminazione dell’inquinamento atmosferico grave e proteggere i nostri splendidi cieli azzurri.

L’iniziativa Acque Pulite

L’iniziativa Acque Pulite mira a promuovere l’armonia tra l’uomo e l’acqua.
Faremo sforzi concertati per migliorare gli ambienti acquatici, le risorse idriche e gli ecosistemi acquatici e promuoveremo la conservazione e il ripristino dei principali fiumi, come lo Yangtze e il Fiume Giallo, e dei principali laghi. Faremo sforzi concreti per regolare lo sviluppo delle fonti idriche e costruire riserve idriche per garantire la sicurezza dell’acqua potabile nelle aree urbane e rurali. Lavoreremo più rapidamente per migliorare le nostre strutture inadeguate per la raccolta e il trattamento delle acque reflue urbane, per effettuare il controllo dell’inquinamento endogeno e il ripristino ecologico in base alle condizioni locali e, in generale, per eliminare le acque nere maleodoranti nelle aree urbane e rurali, creando al contempo un meccanismo a lungo termine a questo proposito. Stabiliremo un meccanismo per valutare gli ecosistemi acquatici, rafforzeremo la protezione e il ripristino delle aree di conservazione delle fonti d’acqua e delle zone cuscinetto ecologiche e garantiremo i flussi ecologici nei fiumi e nei laghi, in modo da mantenere sani gli ecosistemi acquatici. Continueremo a far rispettare il divieto di pesca per 10 anni nel fiume Yangtze, rafforzando al tempo stesso la valutazione di controllo. Continueremo con sforzi globali di conservazione nelle principali aree marine lanciando iniziative concertate sulla terra e nei fiumi. Prendendo la baia come unità di base e adottando misure specifiche per baia, coordineremo gli sforzi per prevenire e controllare l’inquinamento, proteggere e ripristinare gli ecosistemi nelle aree in mare aperto e migliorare l’ambiente delle coste e delle spiagge, innalzando costantemente la qualità e la stabilità dei principali ecosistemi marini come le mangrovie. Continueremo a migliorare i nostri fiumi, laghi e baie.

L’iniziativa Terre Pulite

L’iniziativa Terre Pulite è mirata a controllare al meglio i rischi di inquinamento.
Con lo scopo di prevenire e controllare alla fonte l’inquinamento del suolo, non dovremmo solo prevenire nuovi inquinamenti, ma anche mitigare gradualmente il grave inquinamento del suolo e delle acque sotterranee che si è accumulato nel tempo. È necessario rafforzare il trattamento globale dei rifiuti solidi, accelerare la costruzione di città a rifiuti zero, controllare l’inquinamento da plastica in tutti i settori coinvolti, e proseguire con il trattamento coordinato dei nuovi inquinanti e il controllo dei rischi ambientali. Ci baseremo sui risultati del nostro divieto all’importazione di rifiuti solidi e ci occuperemo rigorosamente del contrabbando e delle importazioni mascherate di rifiuti solidi in varie forme. Promuoveremo la rivitalizzazione dell’ecosistema rurale e il miglioramento dell’ambiente di vita rurale in modo integrato, e faremo in modo da prevenire e controllare con vigore l’inquinamento in agricoltura, in modo da costruire una campagna bella.

In secondo luogo, dobbiamo accelerare la transizione verso un modello di sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio

Sostenendo lo sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio come approccio fondamentale per risolvere i problemi ambientali, lavoreremo più rapidamente per promuovere modi di produzione e di vita ecologici e gettare basi verdi per uno sviluppo di alta qualità.

sviluppo e protezione dello spazio territoriale

Dobbiamo ottimizzare lo sviluppo dello spazio territoriale.
Garantiremo rigorosamente i bisogni fondamentali per lo sviluppo e la protezione dello spazio territoriale, coordineremo gli sforzi per migliorare la pianificazione territoriale per l’agricoltura, gli ecosistemi e le aree urbane e miglioreremo il sistema di zonizzazione funzionale. Applicheremo rigorosamente le linee rosse per la conservazione degli ecosistemi, rafforzando l’applicazione della legge e la supervisione, nonché la protezione e il ripristino per salvaguardare le funzioni degli ecosistemi e prevenire cambiamenti nel loro utilizzo del terreno. Dobbiamo garantire che la superficie totale dei terreni agricoli cinesi non scenda al di sotto della soglia dei 120 milioni di ettari [1,2 milioni di kmq – ndr]. Dobbiamo limitare rigorosamente i confini dello sviluppo urbano e promuovere uno sviluppo intensivo e verde dello spazio urbano per far emergere il suo pieno potenziale. Rafforzeremo la regolamentazione dello spazio territoriale del mare e delle coste e stabiliremo un meccanismo di uscita per gli utenti inefficienti del mare. Fatta eccezione per i grandi progetti nazionali, saranno vietate tutte le attività di alterazione delle coste. Miglioreremo anche il sistema per adottare approcci specifici per regione alla gestione ambientale, che copra tutte le aree delineando chiaramente limiti e regole per lo sviluppo.

trasformazione verde e ammodernamento delle industrie

Dobbiamo accelerare la trasformazione verde e l’ammodernamento delle industrie.
Integreremo ulteriormente gli sforzi per digitalizzare le nostre industrie e renderle più intelligenti con iniziative volte a renderle più ecologiche. Accelereremo la modernizzazione del sistema industriale sostenuto dall’economia reale e faremo maggiori sforzi per sviluppare industrie strategiche emergenti, industrie ad alta tecnologia, industrie eco-compatibili e servizi moderni. È necessario stabilire norme di approvazione più rigorose per frenare lo sviluppo di progetti ad alta intensità energetica con elevate emissioni e capacità di produzione arretrata. Attueremo una strategia di conservazione globale per mantenere energia, acqua, terra, materiali e minerali. Ci muoveremo più velocemente per mettere in atto un sistema di riciclaggio dei rifiuti e dei materiali usati e faremo un uso razionale di vari tipi di risorse per aumentare i tassi di produzione.

per lo sviluppo verde

Dobbiamo promuovere gli apripista per lo sviluppo verde.
Tutte le località — in particolare la regione Pechino-Tianjin-Hebei, la cintura economica dello Yangtze, la zona della Grande Baia di Guangdong-Hong Kong-Macao, il delta del fiume Yangtze e il bacino del Fiume Giallo — dovrebbero rafforzare il coordinamento regionale per lo sviluppo verde in conformità con le loro caratteristiche uniche e i requisiti per uno sviluppo di alta qualità. Mentre attuano le principali strategie di sviluppo regionale, esse devono pianificare e attuare meglio le iniziative di protezione ambientale e trasformarsi in zone pionieristiche per l’Iniziativa Bella China. Guidata dal principio che le città dovrebbero essere costruite dalle persone e per le persone, la nuova era dovrebbe testimoniare lo sviluppo di città meravigliose che siano verdi, a basse emissioni di carbonio, belle, abitabili, sicure, sane, intelligenti ed efficienti.

promuovere stili di vita eco-compatibili

Dobbiamo promuovere stili di vita eco-compatibili.
Incoraggeremo stili di vita e modelli di consumo semplici, moderati, ecologici, a basse emissioni di carbonio, solidi e sani, rendendo ecologici i trasporti, la conservazione dell’acqua, dell’elettricità e del cibo, nonché la raccolta differenziata dei rifiuti come pratica quotidiana della nostra gente. Le organizzazioni di partito e di governo a tutti i livelli, le imprese statali e le istituzioni pubbliche devono essere in prima linea in queste campagne. Continueremo a lanciare una serie di attività sul tema “Io Contribuisco a una Bella Cina” e incoraggeremo i parchi industriali, le imprese, le comunità, le scuole, le famiglie e gli individui a partecipare attivamente, con l’obiettivo di costruire una società in cui tutti perseguono il progresso ecologico sempre, ovunque e in ogni cosa che fanno.

In terzo luogo, dobbiamo migliorare la diversità, la stabilità e la sostenibilità dei nostri ecosistemi

Tenendo presente l’importanza di salvaguardare la sicurezza ecologica nazionale, garantendo lo sviluppo sostenibile della nostra nazione e adempiendo alle nostre responsabilità nei confronti dell’intera civiltà umana, rafforzeremo la conservazione e il ripristino degli ecosistemi in modo da lasciare alle generazioni future un bellissimo ambiente di montagne verdi e acque limpide.

intensificare gli sforzi per proteggere gli ecosistemi

Dobbiamo intensificare gli sforzi per proteggere gli ecosistemi.
Accelereremo lo sviluppo di un sistema di riserve naturali composto principalmente da parchi nazionali, basati su riserve naturali e integrati da parchi naturali di vario tipo. Ciò contribuirà a proteggere i tipici ecosistemi naturali e gli habitat di specie rare. Realizzeremo importanti progetti per preservare e ripristinare gli ecosistemi chiave e implementeremo programmi di rinverdimento su larga scala in modo ben pianificato. Continueremo a sviluppare reti di cinture di protezione nel nord-ovest, nord e nord-est della Cina e a controllare le origini delle tempeste di sabbia che colpiscono Pechino e Tianjin. Concentreremo i nostri sforzi sull’attuazione di una serie di progetti di prevenzione e controllo della desertificazione in aree chiave, con grande energia dedicata a vincere le tre battaglie fondamentali nel bacino del Fiume Giallo, nei deserti di Horqin e Hunshandake e nell’area del Corridoio Hexi-Deserto di Taklamakan. Verranno inoltre avviate attività per consolidare e potenziare la capacità di assorbimento del carbonio degli ecosistemi. Realizzeremo progetti di protezione della biodiversità su larga scala per migliorare le reti di protezione della biodiversità e costruiremo gradualmente un sistema di giardini botanici nazionali, nel tentativo di creare paesaggi meravigliosi.

rafforzare la supervisione sulla protezione e il ripristino degli ecosistemi

Dobbiamo adottare misure concrete per rafforzare la supervisione sulla protezione e il ripristino degli ecosistemi.
Nel corso di questi anni, le attività che danneggiano l’ambiente non sono state eliminate completamente, evidenziando la necessità di una forte supervisione esterna su protezione e ripristino dell’ecosistema. A questo riguardo, dobbiamo intensificare supervisione unificata, rafforzare la costruzione istituzionale, il monitoraggio e la valutazione degli ecosistemi e intensificare ispezioni con forze dell’ordine per le riserve naturali e ‘nastri rossi’ di protezione degli ecosistemi. Le formalità ridondanti devono essere eliminate nel ripristino degli ecosistemi e le azioni che danneggiano l’ambiente in nome del perseguimento del progresso ecologico non devono mai essere consentite.

nuovi modi per convertire la ricchezza naturale in ricchezza materiale

Dobbiamo trovare nuovi modi per convertire la ricchezza naturale in ricchezza materiale.
Un ambiente sano racchiude un grande potenziale economico. Dobbiamo promuovere l’industrializzazione delle nostre forze ecologiche e lo sviluppo verde delle nostre industrie. Così facendo, creeremo un gran numero di beni ecosistemici e li porteremo sul mercato, così da trasformare continuamente le nostre forze ecologiche in forze di sviluppo. Promuoveremo la compensazione per la conservazione ecologica per quanto riguarda i principali fiumi, laghi e bacini idrici, le zone chiave di servizio ecosistemico, le linee rosse di conservazione ecologica e gli ecosistemi chiave. Verranno inoltre compiuti sforzi per migliorare il meccanismo volto a garantire il contributo alla protezione e al ripristino degli ecosistemi e per attuare rigorosamente il sistema di risarcimento dei danni ecologici e ambientali, ricompensando adeguatamente coloro che contribuiscono alla protezione e al ripristino ecologico e facendo pagare coloro che danneggiano l’ambiente.

In quarto luogo, dobbiamo lavorare attivamente e con prudenza verso gli obiettivi di raggiungere il picco delle emissioni di carbonio e la neutralità dal carbonio

Dovremmo aderire ai principi di esercitare una pianificazione a livello nazionale, dare priorità alla conservazione, sfruttare i punti di forza sia del governo che del mercato, coordinare i fronti nazionale e internazionale, e proteggerci dai rischi, nel tentativo di attuare efficacemente il programma quadro “1+N” per raggiungere il picco delle emissioni di carbonio e la neutralità dal carbonio.

raggiungere il picco delle emissioni di carbonio in modo ben pianificato e graduale

Dobbiamo promuovere iniziative per raggiungere il picco delle emissioni di carbonio in modo ben pianificato e graduale.
Attueremo in modo approfondito il piano d’azione per raggiungere il picco delle emissioni di anidride carbonica prima del 2030, per garantire una riduzione sicura delle emissioni di carbonio. Sulla base del controllo dell’intensità delle emissioni di carbonio, passeremo gradualmente al controllo sia della quantità totale che dell’intensità delle emissioni di carbonio. Per sviluppare ulteriormente il mercato del carbonio, miglioreremo le leggi, i regolamenti e le politiche pertinenti, adotteremo misure costanti per coprire una gamma più ampia di settori e arricchiremo gli elementi e i metodi di scambio. Abbasseremo il costo della riduzione delle emissioni di carbonio, renderemo le imprese più consapevoli dell’importanza di perseguire uno sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio e lanceremo un mercato commerciale per la riduzione volontaria delle emissioni di gas serra. In questo modo, costruiremo un mercato del carbonio più efficace, dinamico e influente a livello internazionale. Per creare una maggiore sinergia tra gli sforzi volti a ridurre l’inquinamento e le emissioni di carbonio, realizzeremo progetti pilota per l’innovazione collaborativa in più campi e a più livelli e miglioreremo il controllo coordinato di molteplici inquinanti e gas serra.

sistema energetico pulito, a basse emissioni di carbonio, sicuro ed efficiente

Dobbiamo costruire un sistema energetico pulito, a basse emissioni di carbonio, sicuro ed efficiente.
Ci concentreremo sull’uso pulito ed efficiente del carbone in modo da garantirne il ruolo nel soddisfare i bisogni di base e sostenere e integrare lo sviluppo di nuova energia. Svilupperemo vigorosamente l’energia eolica e solare, coordineremo lo sviluppo dell’energia idroelettrica e la conservazione ecologica, svilupperemo attivamente l’energia nucleare in modo sicuro e ordinato, e intensificheremo gli sforzi per costruire un nuovo tipo di sistema energetico. Ci concentreremo inoltre sul controllo del consumo di combustibili fossili e rafforzeremo lo sviluppo dei sistemi di produzione, fornitura, stoccaggio e commercializzazione dell’energia, con l’obiettivo di migliorare la capacità del Paese per garantire la sicurezza del petrolio e del gas.

In quinto luogo, dobbiamo fornire garanzie di sicurezza per l’iniziativa Beautiful China

Dobbiamo adottare un approccio olistico alla sicurezza nazionale e rispondere attivamente ed efficacemente ai vari rischi e sfide, in modo che l’ambiente e le condizioni naturali, da cui dipendono la nostra sopravvivenza e il nostro sviluppo, non siano danneggiati o minacciati.

salvaguardare la sicurezza ecologica

Dobbiamo salvaguardare la sicurezza ecologica.
Miglioreremo ulteriormente i meccanismi di coordinamento per il lavoro di sicurezza ecologica nazionale, perfezioneremo i pertinenti sistemi basati su leggi, strategie e politiche e i sistemi di gestione della risposta, e miglioreremo la nostra capacità di ricerca, valutazione, monitoraggio, allarme rapido e risposta alle emergenze a questo riguardo. Per prevenire e controllare rigorosamente i rischi ambientali, rafforzeremo gli sforzi per identificare i pericoli ambientali e prevenire e controllare i rischi in aree chiave come rifiuti, residui delle miniere e metalli pesanti. Miglioreremo anche il sistema di responsabilità per rispondere alle emergenze ambientali in cui i governi a diversi livelli si assumono le proprie responsabilità con i governi locali che svolgono il ruolo guida e i diversi dipartimenti coordinati tra loro, nel tentativo di gestire i vari tipi di emergenze ambientali in modo tempestivo, appropriato e razionale. Rafforzeremo la gestione della biosicurezza e della bioprotezione e faremo sforzi per prevenire e curare i danni causati dalle invasioni di specie esotiche. Rafforzeremo la nostra capacità di adattamento ai cambiamenti climatici.

garantire la sicurezza nucleare e radioattiva

Dobbiamo garantire la sicurezza nucleare e radioattiva.
Adotteremo un approccio ragionevole, coordinato ed equilibrato alla sicurezza nucleare e svilupperemo un rigoroso sistema di responsabilità in materia di sicurezza nucleare che rafforzi la supervisione e la gestione. In tal modo, miglioreremo in modo completo la nostra capacità di supervisione della sicurezza nucleare e costruiremo un moderno sistema di supervisione della sicurezza nucleare commisurato allo sviluppo nucleare della Cina, promuovendo così uno sviluppo di alta qualità della sicurezza nucleare. Parteciperemo inoltre attivamente alla cooperazione internazionale sulla sicurezza nucleare.

Sesto, dobbiamo migliorare il sistema di garanzia della Beautiful China Initiative

Coordineremo le risorse in vari campi e uniremo i punti di forza di vari settori per creare una sinergia tra la legalità, il mercato, la scienza, la tecnologia e le politiche, fornendo così un supporto di base e una forte garanzia per l’iniziativa Beautiful China.

rafforzare le garanzie giuridiche

Dobbiamo rafforzare le garanzie giuridiche.
Faremo sforzi coordinati per formulare e rivedere le leggi relative all’ambiente, alle risorse e all’energia, in modo che vengano emanate buone leggi per garantire un buon governo. Miglioreremo il contenzioso di interesse pubblico e rafforzeremo la tutela giurisdizionale legata all’ambiente. Attueremo il sistema più rigoroso possibile per la governance ambientale sopra e sotto terra, sulla terraferma e in mare, e tra le regioni, e applicheremo un sistema di autorizzazione allo scarico di sostanze inquinanti a tutti i livelli. Miglioreremo i sistemi di gestione del patrimonio di risorse naturali e di regolamentazione dell’uso dello spazio territoriale.

politiche economiche per uno sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio

Dobbiamo migliorare le politiche economiche per uno sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio.
Nel rafforzare il sostegno fiscale, ottimizzeremo l’allocazione delle risorse fiscali per la conservazione ecologica per garantire che la portata degli investimenti soddisfi la domanda dei compiti di conservazione. Nel rafforzare il sostegno alla politica fiscale, attueremo rigorosamente la legge fiscale sulla protezione dell’ambiente, miglioreremo il sistema di riscossione delle imposte e intensificheremo gli sforzi per imporre tasse sui composti organici volatili. Nel rafforzare il sostegno finanziario, svilupperemo vigorosamente la finanza verde, promuoveremo la creazione di modalità di sviluppo, investimento e finanziamento orientate all’ambiente ed esploreremo modalità di sostegno finanziario per progetti regionali di protezione ambientale, in modo da attrarre investimenti da vari tipi di istituzioni finanziarie e di capitale non governativo. Nel rafforzare il sostegno alla politica dei prezzi, prenderemo pienamente in considerazione i livelli di consumo energetico delle imprese e le loro prestazioni in materia di protezione ambientale, e miglioreremo il sistema di prezzi scaglionati dell’elettricità per le industrie ad alta intensità energetica.

sia un mercato efficiente che un governo efficace

Dobbiamo promuovere sia un mercato efficiente che un governo efficace.
I diritti sulle emissioni di carbonio, sull’uso dell’energia, sull’uso dell’acqua e sullo scarico di inquinanti, così come su altre risorse e fattori ambientali, saranno incorporati nella riforma complessiva per l’allocazione di mercato dei fattori di produzione, e saranno sostenute le transazioni di mercato conseguenti, come la vendita o il trasferimento dei diritti, nonché il loro utilizzo come garanzia o per l’ottenimento di partecipazioni azionarie. Stabiliremo rapidamente un sistema di supervisione per la credibilità legata alla protezione ambientale, standardizzeremo ulteriormente il mercato della governance ambientale e promuoveremo il sano sviluppo del settore della protezione ambientale e del settore dei servizi ambientali.

rafforzare il supporto scientifico e tecnologico

Dobbiamo rafforzare il supporto scientifico e tecnologico.
Lavoreremo per rafforzare la nostra fiducia in noi stessi e la nostra forza nella scienza e nella tecnologia verde e a basse emissioni di carbonio, rendendo la risposta al cambiamento climatico e il trattamento dei nuovi inquinanti come aree chiave della ricerca di base nazionale e dell’innovazione tecnologica, sforzandoci di compiere progressi nelle tecnologie fondamentali in campi chiave. Nel lanciare un’importante iniziativa per l’innovazione nelle scienze e tecnologie ambientali, costruiremo grandi strutture scientifiche in campo ambientale, promuoveremo personale di alto livello nelle scienze e tecnologie ambientali e sosterremo l’applicazione industriale dei progressi scientifici e tecnologici. Accelereremo la creazione di un moderno sistema di monitoraggio ambientale e svilupperemo una rete di monitoraggio integrata che copra il cielo, lo spazio, la terra e il mare. Promuoveremo inoltre l’applicazione dell’intelligenza artificiale e di altre tecnologie digitali, costruiremo un sistema di governance digitale per l’iniziativa Beautiful China e promuoveremo il progresso ecologico digitale che sia verde e intelligente.

Xi Jinping

Qiushi Journal

Vedi testo su Qiushi online (lingua inglese)apre in nuova scheda
Traduzione in lingua italiana e impaginazione a cura di Trancemedia.eu
Scrivete a: info@trancemedia.eu per segnalare possibili migliori rese in italiano del testo, grazie!

 

Qiushi, bimestrale teorico del comitato centrale del Partito Comunista della Cina, ha reso pubblica parte di un discorso del segretario generale Xi Jinping alla conferenza nazionale sulla protezione ecologica e ambientale, svoltasi nello scorso luglio. Pensiamo utile cogliere l’impostazione con cui la Cina progetta le proprie politiche ambientali, applicando una stretta disciplina del pensiero e del metodo per affrontare sfide epocali. Solo sei anni e mezzo fa, Xi introduceva l’ecologia nella grande politica del suo Paese, attraverso il piano integrato in cinque sfere.  Troppo tardi! diranno i viziati del West che non vogliono distinguere tra sviluppo e sottosviluppo, che aborriscono la disciplina in casa propria, salvo quella imposta dalle corporation e considerata ormai ‘naturale’. In questi sei anni, la Cina è passata davanti a tutti sia nel legittimo sviluppo sia nella protezione della biosfera. Vediamo dunque le  direttive che ora mette in pratica, e pensiamoci su — almeno noi, perché nella politica professionale, a Roma come a Bruxelles, metodi e criteri sono monopolio delle lobby; da questi scaturiscono disastri e profitti sui disastri, che restano segreti. Di Pulcinella, o di Pichetto o di Fratin.

La redazione di Trancemedia.eu

25 Marzo 2024

Suggerimenti